HomePesci e acquariPesci d'acqua dolce e acquariCome prendersi cura dei pesci rossi

Come prendersi cura dei pesci rossi

Nonostante l’opinione popolare, i pesci rossi non sono animali domestici “esenti da manutenzione” o “di prova”. Richiedono e meritano la stessa cura di qualsiasi altro animale domestico. I pesci rossi sono specie resistenti e bravi a tollerare molti errori dei principianti, ma dovrai fare uno sforzo per garantire la loro salute e sopravvivenza.

Tipi di pesci rossi

Ci sono molte diverse varietà di pesci rossi. Sono comunemente divisi in varietà standard, a corpo lungo e fantasia. Il pesce rosso cometa comune è la specie di pesci da compagnia più comune. Sebbene inizino molto piccoli, questi pesci possono crescere fino a 14-16 pollici di lunghezza e possono richiedere fino a 100 galloni a grandezza naturale. Le varietà Shubunkin e Sarasa hanno lo stesso tipo di corpo, ma sono spesso pesci più colorati.

Le varietà fantasiose di pesci rossi sono numerose e hanno molti adattamenti anatomici. Queste razze includono Oranda, Ranchu, Telescope, Fantail, Celestial, Moor e altre varietà. Data la loro struttura corporea, di solito non crescono tanto quanto i pesci rossi a corpo lungo e possono avere alcuni problemi strutturali. Questi pesci sono più inclini a problemi di galleggiamento, malattie della colonna vertebrale e lesioni traumatiche con occhi sporgenti e pinne delicate.

Requisiti ambientali

Non importa quale specie di pesci rossi allevi, mantenere un ambiente acquatico adeguato è fondamentale. Avrai bisogno di almeno 20 galloni d’acqua per pesce e aspettati che il tuo pesce rosso dal corpo lungo diventi troppo grande entro i primi 5-10 anni. Il pesce rosso cometa può facilmente vivere fino ai 20 anni, con alcune varietà che di solito sopravvivono fino alla metà dell’adolescenza.

Leggi di più  Malattie dei pesci d'acquario d'acqua dolce

La maggior parte dei pesci rossi è molto tollerante nei confronti degli errori di qualità dell’acqua dei principianti. Sono specie molto resistenti e possono tollerare livelli moderati di ammoniaca, nitriti e nitrati nei serbatoi circolanti. Una volta stabilito il serbatoio, si consiglia di mantenere i nitrati a meno di 20 mg/L. In serbatoi densamente imballati, questo può essere difficile da mantenere. I pesci rossi sono noti per mangiare molto e creare molti rifiuti, da qui le esigenze spaziali. Possono anche tollerare un’ampia varietà di pH, a condizione che il tuo kH sia abbastanza alto da stabilizzare i livelli.

Leggi di più  Cherry Barb: profilo delle specie ittiche

I pesci rossi sono cacciatori naturali e possono passare la maggior parte del loro tempo a scavare nel substrato del loro acquario o stagno. A loro piace succhiare fino all’ultimo boccone dai loro pasti e spesso raccolgono piccoli sassi. Questi hanno una probabilità molto bassa di rimanere bloccati, quindi non preoccuparti che i tuoi pesci li raccolgano.

avvertimento

Non utilizzare palline di gel bio in vasche di pesci rossi. Questi possono rimanere bloccati e causare corpi estranei orali che possono uccidere i tuoi pesci.

Alloggiare il pesce rosso all’aperto

Oltre che nelle vasche interne, i pesci rossi possono essere tenuti anche in laghetti all’aperto. La loro robustezza rende loro facile resistere alle variazioni di temperatura durante i giorni e le stagioni. A condizione che il tuo laghetto sia abbastanza grande e costruito correttamente, i tuoi pesci rossi possono divertirsi a trascorrere tutto il loro tempo all’aperto o, nei climi più freddi, a dividere il loro tempo tra l’esterno e l’interno.

Non è consigliabile mettere varietà di pesci rossi fantasiosi in grandi stagni all’aperto. Non sono ben impostati per nuotare su grandi distanze e la maggiore profondità può esercitare ulteriore pressione sulla vescica natatoria, aumentando i disturbi dell’assetto.

Quanto e quanto spesso nutrire il pesce rosso

I pesci rossi sono spesso paragonati ai Golden Retriever per i loro appetiti simili e la capacità di rimpinzarsi. Amano mangiare e, a seconda della temperatura della loro acqua, possono sembrare quasi insaziabili. Non importa quale specie di pesci tieni, poiché sono ectotermi, più calda è l’acqua, più affamato sarà il tuo pesce. Con temperature dell’acqua inferiori a 70F (21C), aspettati di nutrire il tuo pesce rosso almeno una volta al giorno. Oltre a questo, dovrai nutrire il tuo pesce rosso due volte al giorno.

Leggi di più  22 piccoli pesci per il tuo acquario d'acqua dolce
Leggi di più  Profilo di specie di pesci a coda di spada

Cerca una dieta per pesci rossi con circa il 30-35% di proteine ​​e il 5-7% di grassi. Per i pesci o i giovani riproduttivamente attivi, dovrai selezionare una dieta più ricca di proteine ​​e grassi. Ci sono molte diete commerciali disponibili all’interno di questa gamma per i pesci rossi. Le prelibatezze settimanali ricche di proteine, come i bloodworms o gli artemia salina, sono appropriate solo in acqua più calda. I piselli sgusciati, non in realtà una cura per la “stitichezza”, sono un trattamento migliore da nutrire più spesso.

I pesci rossi fantasia e i loro disturbi dell’assetto possono essere correlati alla dieta. Essendo voraci mangiatori di superficie, un pesce rosso può aspirare troppa aria durante l’alimentazione e diventare temporaneamente positivo. Passare a una dieta affondante, o viceversa per pesci con galleggiamento negativo, trarrà vantaggio dalla loro anatomia fisostomica e correggerà il disturbo dell’assetto senza intervento veterinario.

Requisiti di manutenzione del pesce rosso

Sebbene siano tolleranti agli errori dei principianti, gli acquari e gli stagni dei pesci rossi richiedono una manutenzione regolare. Dovrai pulire adeguatamente i filtri su base settimanale, ma non sostituirli. Utilizzare un sifone di ghiaia almeno una volta alla settimana per rimuovere i detriti e i detriti dal substrato e riempire il serbatoio con acqua fresca condizionata.

Come per tutti i sistemi ittici, si consiglia vivamente di acquistare un kit di test della qualità dell’acqua a base liquida per mantenere una buona chimica dell’acqua. Controllalo prima e dopo i cambi d’acqua per tenere d’occhio il tuo sistema di pesci rossi.

Stefanie Binder
Stefanie Binder
Amante della natura, ambientalista, veterinario.
RELATED ARTICLES