Uno dei primi esempi registrati nella storia della vita acquatica marina è stato mantenuto quasi in ogni sorta di sistema chiuso (acquario secondo la definizione di oggi) migliaia di anni fa quando i faraoni in Egitto avevano grandi recinti costruiti per mantenere pesci e invertebrati marini il piacere della visione del faraone. Quegli antichi acquari, a detta di tutti, non erano esattamente un successo ruggente. A quel tempo, non si sapeva assolutamente nulla di quello che serve per far funzionare un sistema chiuso. Non si sapeva nulla della conversione ammoniaca-nitrito-nitrato e di cosa l’avesse provocata.

Molti, molti anni dopo, ora capiamo che è un batterio semplice e specifico che digerisce ammoniaca tossica e lo converte in nitrato meno tossico, e un altro batterio converte i nitriti in nitrati. La natura lo ha fatto per miliardi di anni, il che consente alle forme di vita di vivere negli oceani, nei laghi, negli stagni e nei fiumi. I batteri che disintossicano l’acqua dell’acquario sono gli stessi di quelli che in natura impediscono agli oceani di trasformarsi in una zuppa tossica.

Il filtro biologico in un acquario non è altro che un luogo in cui i batteri crescono. Qualsiasi superficie in un acquario che viene a contatto con i batteri del nitrosoma che hai creato durante il ciclo del serbatoio fa parte del tuo filtro biologico. I batteri richiedono cibo (ammoniaca in questo caso) per crescere e moltiplicarsi. Più grande è la popolazione di batteri nel tuo acquario, più l’ammoniaca può essere processata e disintossicata. L’acqua nel tuo acquario contiene batteri che circola nel tuo sistema. Questi batteri si attaccano e crescono su qualsiasi superficie con cui viene a contatto. Più grande è la superficie, più batteri saranno in grado di risiedere nel tuo serbatoio.

Il tipo di substrato scelto per il tuo serbatoio fa una grande differenza nella quantità di superficie disponibile per i batteri. Scelta del filtro biologico Il materiale è importante quando si installa il sistema di filtrazione.

L’efficienza (resistenza) di un filtro biologico è determinata dalla sua superficie. Alcuni media filtranti sono più efficienti di altri. Superficie di vetro dell’acquario a parte, qui ci sono i metodi di filtrazione biologica più popolari:

  • I filtri Style Canister sono disponibili in diversi stili e dimensioni e possono anche essere multi = funzionali. I filtri della scatola metallica contengono un numero di camere che possono contenere una varietà di materiali che svolgono un’ampia varietà di funzioni. Una di queste funzioni è quella di contenere una quantità di materiale altamente poroso (ad esempio anelli di ceramica, bio-sfere) per supportare la crescita dei batteri.
  • I sistemi Live Rock / Berlin sono ancora il sistema di filtri preferito da molti puristi di acquari SW. I Sistemi di Berlino consistevano in un serbatoio con una quantità di roccia viva (la piattaforma di filtro biologico), uno schiumatoio di proteine ​​(rimuove una grande porzione di proteine ​​prima di essere elaborate dal filtro biologico) e l’illuminazione a ioduri metallici. Dall’invenzione del Sistema di Berlino, i sistemi di illuminazione L.E.D.lighting più efficienti hanno sostituito gli alogenuri metallici come fonte di illuminazione preferita.
  • I sistemi Live Sand / Jaubert sono anche molto popolari con molti acquariofili di barriera. Questo innovativo sistema di filtrazione consiste in un Deep Sand Bed (DSB), un plenum e uno schiumatoio di proteine. Ciascuno di questi componenti è parte integrante di un filtro biologico completo, che converte l’ammoniaca in nitrito, che viene convertito in nitrato (tramite batteri aerobici), che a sua volta viene convertito in azoto (tramite batteri anaerobici).
  • I filtri Undergravel sono tra i primi filtri biologici (e meccanici) creati per gli appassionati di acquari SW. C’è ancora un grande dibattito sulla loro creazione di nitrati in eccesso.
  • I filtri Trickle wet / dry sono stati il ​​passo successivo dopo l’UGF per migliorare drasticamente l’efficienza. I filtri bagnati / asciutti consistono nella gestione dell’acqua dell’acquario su un materiale filtrante biologico. Un ulteriore vantaggio del sistema wet / dry è che lo scambio di gas tra l’atmosfera e l’acqua dell’acquario è notevolmente aumentato. 

Sapere come funziona ogni filtro biologico e cosa richiede renderà più facile la scelta di un sistema di filtrazione.