La dermatomiosite non è comune come alcune altre malattie che i cani possono ottenere, ma è una condizione grave che colpisce la pelle e i muscoli di alcune razze di cani. Il riconoscimento di questa malattia può aiutare nella gestione precoce e quindi mantenere un cane con dermatomiosite confortevole per un periodo di tempo più lungo.

Cos’è la dermatomiosite?

Anche diagnosticata nelle persone, la dermatomiosite è considerata una malattia genetica o ereditaria. Non è completamente compreso, ma i professionisti veterinari lo riconoscono come una condizione immuno-mediata che colpisce il muscolo e la pelle dei cani. Provoca una varietà di sintomi, ma le lesioni cutanee sono più comunemente osservate. I cuccioli che presentano sintomi di dermatomiosite sembrano essere più gravemente colpiti rispetto ai cani adulti che lo sviluppano.

Sintomi di dermatomiosite nei cani

Più comunemente identificati da lesioni croste e infiammate sul viso o sulle orecchie, i sintomi della dermatomiosite sono in genere problemi della pelle o dei muscoli. Le lesioni cutanee possono essere dolorose, sanguinare e rimanere sul viso o diffondersi su tutto il corpo, ma la gravità della malattia varia da cane a cane. I proprietari spesso riferiscono inizialmente di vedere le piaghe sul viso dei loro cuccioli, ma i segni vengono inizialmente ignorati o non vengono nemmeno notati. Alcuni cuccioli avranno una diminuzione della massa muscolare, saranno deboli e letargici e avranno anche problemi a deglutire a causa di una condizione nota come megaesofago. Alcuni cani con mega-esofago dovranno essere nutriti seduti in posizione verticale o non saranno in grado di mantenere il cibo nei loro corpi rendendo questo sintomo difficile da gestire. Poiché la debolezza muscolare persiste nei cani, si svilupperanno paralisi facciali, rigidità e difficoltà a camminare.

Leggi di più  Von Willebrand Disease in Dogs

L’esordio in età adulta della dermatomiosite è raro, quindi questa è principalmente una malattia dei cuccioli. I sintomi possono comparire già a partire dalle sette settimane di età, ma di solito si verificano quando un cucciolo ha sei mesi di età.

segni

  • Lesioni con conseguente perdita di capelli
  • Lesioni croccanti
  • Lesioni ulcerate
  • Lesioni sul viso, orecchie, intorno agli occhi, punta di coda o punti di pressione
  • Atrofia muscolare
  • Debolezza
  • Mega-esofago

Cause della dermatomiosite

La causa della dermatomiosite non è, purtroppo, completamente compresa ma si sa che è una condizione ereditaria che viene trasmessa da cane a cane nel loro DNA. Esiste una precisa tendenza familiare, il che significa che se un cane genitore ha una dermatomiosite allora sarà probabilmente trasmesso alla sua prole. Alcune ricerche sospettano che le vaccinazioni, l’esposizione ai raggi UV e altri fattori scatenanti ambientali possano anche giocare un ruolo in questo sviluppo della malattia autoimmune nei cani. La dermatomiosite è stata studiata per decenni sia nell’uomo che nel cane e sembra essere molto simile nelle due diverse specie.

Trattamento

Il trattamento sintomatico è fortemente basato sui cani con dermatomiosite. Non esiste una cura per questa malattia ereditaria, quindi l’obiettivo è semplicemente quello di mantenere il cane il più confortevole possibile il più a lungo possibile. Farmaci e vitamine usati per gestire la dermatomiosite possono diventare costosi e le cure a domicilio possono diventare laboriose.

Pentoxifylline, vitamina E, prednisone, azatioprina e ciclosporina sono opzioni comuni per gestire la dermatomiosite. Evitare l’esposizione alla luce UV e le attività che possono ulteriormente danneggiare la pelle sono anche importanti. Altre cure a domicilio possono includere l’assistenza per l’alimentazione di cani che hanno difficoltà a deglutire e utilizzano shampoo speciali durante il bagno.

Leggi di più  Atrofia della retina progressiva nei cani

Come prevenire la dermatomiosite

Un test genetico è disponibile per testare un cane per il livello di rischio di sviluppo della dermatomiosite, ma sfortunatamente questo non può aiutare un cane ad alto rischio. La selezione selettiva è il modo migliore per prevenire la dermatomiosite nelle razze di cani predisposti. I cani a cui è stata diagnosticata la dermatomiosite, insieme ai loro parenti di primo grado, non dovrebbero essere allevati per ridurre la probabilità di trasmettere la genetica per sviluppare la dermatomiosite.

Le vaccinazioni dovrebbero essere discusse con il vostro veterinario (ma non necessariamente evitate) per determinare di cosa ha bisogno il vostro cane specifico. L’esposizione a luce UV e cambiamenti ambientali estremi dovrebbero essere monitorati nel caso in cui questi possano essere fattori scatenanti per la dermatomiosite da sviluppare nei cani a rischio.

Quali razze sono soggette a dermatomiosite?

Nei cani, la dermatomiosite sembra essere principalmente isolata da Collie e Shetland Sheepdogs, ma alcune altre razze hanno riportato sintomi simili. Queste altre potenziali razze che possono sviluppare dermatomiosite includono Chow Chow, Pembroke Welsh Corgis, Lakeland Terriers, German Shepherds, Beaucerons, Kuvasz e razze miste con loro.

Diagnosi

Una biopsia cutanea è il metodo più comunemente usato per diagnosticare la dermatomiosite nei cani. Per eseguire una biopsia, un campione di una lesione cutanea viene prelevato e valutato in un laboratorio. Questo campione di pelle sarà esaminato al microscopio. Molto probabilmente verrà utilizzata questa sedazione bioptica o anestesia locale. Altre malattie della pelle, tra cui rogna e tigna, possono anche essere escluse eseguendo altri test prima di una biopsia cutanea. In rare occasioni, per diagnosticare la dermatomiosite è anche possibile eseguire una biopsia muscolare e un test chiamato elettromiogramma.

Leggi di più  Malattia della cistifellea nei cani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here