Simile al vecchio linguaggio di ciò che sale deve scendere, ciò che entra deve venire fuori. I vantaggi di possedere un gatto possono ruotare intorno alla loro indipendenza e compulsione per essere puliti e vivere in un ambiente pulito, tuttavia, anche i gatti più puliti devono usare le strutture. Chiedi a qualsiasi proprietario di gatto e ti diranno senza dubbio che il loro lavoro preferito meno legato alla cura del loro felino è la pulizia della lettiera. È un dolore, è puzzolente e i rifiuti non sono esattamente la cosa più leggera del pianeta. È anche un male necessario per ogni casa con un gatto felice. Sorge la domanda: qual è il modo migliore per affrontare una lettiera sporca?

Nozioni di base sulla lettiera che ogni proprietario di gatto dovrebbe conoscere

Mettilo nel Cestino

Questo metodo è un metodo provato e vero e il modo migliore per smaltire la lettiera per gatti usata. Le cassette per i rifiuti dovrebbero essere raccolte almeno una volta al giorno. Usa una lettiera per setacciare i ciuffi di urina e le feci e metterli in un piccolo sacchetto della spazzatura. Una volta raccolte tutte le scatole della casa, annoda il sacco della spazzatura. Per prevenire la fuoriuscita di odori e batteri, raddoppia la sacca per rifiuti. Mettere in un cestino esterno con un coperchio aderente. Assicurati di usare un sacco della spazzatura più pesante perché, di nuovo, i rifiuti, in particolare i rifiuti di argilla, sono densi e possono diventare rapidamente pesanti.

Non raccogliere la lettiera per gatti in un bidone della spazzatura e poi lasciarla lì. Non solo questo può diventare puzzolente dopo qualche tempo, pezzi di polvere di lettiera per gatti e feci di gatto contaminate possono entrare nell’aria ogni volta che si apre la lattina. Inoltre, non scaricare mai rifiuti domestici usati all’esterno.

Se vivi in ​​una zona rurale potresti avere una pila di bruciature o una botte per la spazzatura. I rifiuti di argilla, tuttavia, non bruciano bene. Invece, si raccoglierà semplicemente nella parte inferiore della pila. Alcune lettiere biodegradabili possono essere infiammabili, ma esiste sempre la possibilità di tossine che possono essere trasportate nell’aria durante il processo.

Non sono alcune cucciolate compostabili?

La prima lettiera compostabile era in realtà un tipo di argilla chiamata argilla di Fuller. L’uomo d’affari americano Ed Lowe si rese conto che, poiché questa argilla è in grado di assorbire il suo peso in acqua, sarebbe un ottimo substrato per i gatti in cui fare i loro affari. Dal momento originale di Lowe nel 1947, una varietà di materiali diversi viene utilizzata per diversi tipi di lettiera per gatti. L’argilla non è più l’unica opzione. Esistono diversi substrati biodegradabili, dalla carta compressa al mais al grano. Ad alcune fonti piacciono queste opzioni biodegradabili perché, poiché sono biodegradabili, possono essere compostate. Tuttavia, ci sono reali preoccupazioni che ho con questo.

Le feci di gatto possono trasportare cose molto più spaventose di quelle dei batteri E. coli. Gatti infetti dal parassita protozoico Toxoplasma gondii prontamente versato questo parassita nelle loro feci. Una volta sparso nell’ambiente, può facilmente infettare anche altri animali e persone. Alcune fonti affermano che il compostaggio di lettiera biodegradabile per gatti da utilizzare solo nei giardini fioriti, mai vegetale, va bene, non è consigliabile essere così sprezzanti su qualcosa che potrebbe essere un potenziale patogeno.

avvertimento

La toxoplasmosi non causa sintomi clinici nella maggior parte degli adulti sani, ma se una donna lo contrae durante la gravidanza, il parassita può causare complicazioni al feto.

Che dire del lavaggio?

Sono cucciolate a base di argilla non risciacquo. L’argilla può rovinare il tuo impianto idraulico. Alcune lettiere biodegradabili, tuttavia, pretendono di essere lavabili sulla confezione. Dovresti lavare la lettiera per gatti usata, però? Sciacquare i ciuffi di urina è una cosa, ma non è consigliabile lavare le feci. Questo è per lo stesso motivo per cui non è consigliabile compostare lettiere per gatti usate. Anche con i moderni sistemi di trattamento delle acque reflue, T. gondii e altri parassiti intestinali spesso non vengono catturati e possono rimanere nell’approvvigionamento idrico.

La lettiera per gatti stessa potrebbe aver fatto molta strada dai suoi umili inizi nel 1947 dal non ammassarsi al ciuffo, dal non profumato al profumato e dall’argilla al biodegradabile. Scegliere la lettiera giusta per il tuo gatto può essere travolgente (il tuo gatto ti farà sapere se gli piace la loro cucciolata o meno in base all’affidabilità che la usano e alla quantità di scavo). Sapere quale sia la cosa migliore da fare con la lettiera per gatti usata è rimasta la stessa per secoli. Non c’è bisogno di complicarlo troppo; lettiera per gatti usata va nella spazzatura.