La vitamina D è un nutriente essenziale per la maggior parte degli animali, inclusi umani e cani. Mentre l’uomo e alcuni animali sono in grado di sintetizzare la vitamina D dal sole attraverso la pelle, i cani ottengono principalmente vitamina D dalla loro dieta. Sebbene i cani abbiano bisogno della vitamina D per sopravvivere e prosperare, troppa vitamina D può essere tossica per i cani.

Cani e vitamina D

I cani hanno bisogno di una certa quantità di vitamina D nella loro dieta per mantenere un sano equilibrio di calcio e fosforo nei loro corpi. Ciò aiuta a mantenere le ossa sane e svolge un ruolo importante nelle funzioni di muscoli, nervi e tutte le cellule del corpo.

Esistono due tipi predominanti di vitamina D. L’ergocalciferolo (D2) è derivato dalle piante. Il colecalciferolo (D3) è derivato da fonti animali. I cani non sono in grado di sintetizzare una quantità significativa di vitamina D dal sole nel modo in cui gli umani e alcuni altri animali possono e quindi devono ottenerlo dalla loro dieta. I cani in natura probabilmente ottengono la maggior parte della loro vitamina D dal consumo di grassi animali. Alcuni possono provenire da piante alimentari.

La maggior parte degli alimenti per cani commerciali sono integrati con vitamina D, ma i loro livelli possono variare. Di solito non è necessaria un’ulteriore integrazione di vitamina D. Chiedi al tuo veterinario un consiglio sulla vitamina D e sul tuo cane. Se necessario, il veterinario può controllare i livelli del tuo cane e aiutarti ad apportare le modifiche necessarie.

Cause di avvelenamento da vitamina D nei cani

I cani immagazzinano vitamina D nel grasso e nel fegato. Poiché non è solubile in acqua, non sono in grado di espellere quantità in eccesso nelle urine.

Leggi di più  Guinea Pig Heat Cycles

Può essere necessaria una dose minima di 0,1 mg / kg per causare avvelenamento da vitamina D. Sono circa 0,45 mg per 10 kg di peso corporeo. La dose fatale è di circa 2 mg / kg, che equivale a circa 9 mg in un cane da 10 libbre.

Esistono tre modi principali in cui i cani possono ingerire quantità pericolose di vitamina D.

Cibo per cani con troppa vitamina D

Alcuni esperti pensavano che il cibo per cani commerciale non contenesse abbastanza vitamina D. Tuttavia, diverse marche di alimenti per cani avevano richiami volontari quando si è scoperto che le loro diete contenevano una quantità eccessiva di vitamina D. il loro cibo per livelli adeguati.

Introduzione ai supplementi di vitamina D.

Ad alcuni cani piace entrare in qualsiasi cosa e tutto ciò che riescono a trovare. Quando un cane trova integratori di vitamina D, di solito sono integratori umani che il proprietario ha lasciato accidentalmente a portata di mano. Se il tuo cane prende i tuoi farmaci e mangia i tuoi integratori di vitamina D, può facilmente ottenere abbastanza per causare tossicosi.

Ingestione di veleno per topi con colecalciferolo

Esistono diversi tipi di rodenticidi, che possono danneggiare i cani. Poiché il veleno per topi è buono per i cani, è relativamente comune per i cani trovarlo e mangiarlo.

Sintomi di avvelenamento da vitamina D nei cani

I segni di tossicità da vitamina D compaiono in genere entro circa 12-36 ore dall’ingestione. I segni all’inizio possono essere sottili e progredire fino a diventare gravi.

Segni di avvelenamento da vitamina D nei cani

  • Perdita di appetito
  • Debolezza
  • Depressione
  • Perdita di peso
  • Vomito (con o senza sangue)
  • Diarrea
  • Sgabelli catramosi scuri
  • Respirazione difficoltosa
  • Aumento della sete
  • Aumento della minzione
  • Convulsioni
  • Tremori muscolari
  • Dolore addominale
Leggi di più  Capire il senso dell'olfatto del tuo cavallo

Se non trattato, l’avvelenamento da vitamina D può portare a insufficienza renale e persino alla morte.

Trattamento di avvelenamento da vitamina D nei cani

Se sospetti che il tuo cane abbia consumato troppa vitamina D, portalo dal veterinario il prima possibile. Porta con te qualsiasi confezione per la dieta del tuo cane, i tuoi integratori di vitamina D e qualsiasi rodenticida che usi.

Il veterinario inizierà ottenendo una cronologia dettagliata da te e quindi esaminando il tuo cane. Se l’ingestione di vitamina D è avvenuta di recente, il veterinario può decidere di indurre il vomito, quindi somministrare carbone attivo per assorbire la vitamina D dal tratto gastrointestinale.

Saranno necessari test di laboratorio per esaminare la funzione degli organi del tuo cane e il conteggio delle cellule. Il veterinario probabilmente vorrà guardare da vicino i livelli di calcio, fosforo e vitamina D nel sangue. Saranno anche monitorati i valori renali e gli elettroliti.

Il trattamento prevede il ricovero in ospedale con liquidi per via endovenosa per supportare e aiutare i reni. I livelli ematici saranno monitorati regolarmente durante il ricovero. Il veterinario può anche somministrare un diuretico per incoraggiare i reni a espellere l’eccesso di calcio. Un protettore gastrointestinale è anche comunemente usato, come la furosemide. In alcuni casi, verrà somministrato uno steroide orale per ridurre al minimo l’assorbimento del calcio nel tratto gastrointestinale e nelle ossa.

Come prevenire l’avvelenamento da vitamina D nei cani

È importante proteggere il tuo cane dall’avvelenamento accidentale da vitamina D. Se hai integratori di vitamina D, assicurati che rimangano in un luogo a cui il tuo cane non può accedere. Evita di usare rodenticidi di qualsiasi tipo dentro e fuori casa. Scegli un cibo per cani che contenga adeguati livelli di vitamina D. Fortunatamente, i produttori tendono a ricordare rapidamente eventuali diete che trovano avere troppa vitamina D. Rimani aggiornato sui richiami di alimenti per cani in modo da poter evitare di dar da mangiare a un cane che non è sicuro.

Leggi di più  Usi di un mezzo cucchiaio o un po 'di coda a morso