Ci sono molte malattie che possono colpire i pesci d’acqua dolce. I pesci corrono un rischio maggiore di malattie quando hanno una funzione immunitaria compromessa o stress cronico dovuto a scarsa qualità dell’acqua, sovraffollamento, diete inadeguate e altri problemi ambientali negativi. Questi problemi devono essere affrontati o qualsiasi trattamento tentato avrà solo un effetto temporaneo.

Riconoscere la malattia nei pesci può essere difficile per i nuovi proprietari di pesci. Segni fisici evidenti, come macchie, grumi, squame mancanti o pinne sfilacciate sono i segni più facili di pesce malato. Segni comportamentali più sottili, come galleggiabilità scorretta, inclinazione, diminuzione dell’appetito o aumento dello sforzo respiratorio richiedono più esperienza per essere individuati. Se sei preoccupato per un pesce, chiama il tuo veterinario acquatico per ulteriore assistenza.

  • 01 di 07

    Parassiti

    Dottoressa Jessie Sanders

    Esistono molti parassiti diversi che possono colpire i pesci d’acqua dolce. I più comuni di questi sono:

    • Ichthyophthirius multifiilis (Malattia dei punti bianchi)
    • Trichodina
    • Trematodi della Mongolia (“Trematoide”)
    • Icthyobodo (“Costia”)
    • Learnea spp. (Anchor worms)
    • Argulus spp. (Pidocchi di pesce)
    • Chilodonella

    La maggior parte dei parassiti entra nei sistemi ittici quando nuovi pesci vengono introdotti nell’acquario. Comunemente esistono pesci con un basso livello di parassiti su di loro in ogni momento. Il loro sistema immunitario impedisce loro di perdere il controllo. Quando un pesce è stressato dalla cattura, dal trasporto e dall’introduzione in un sistema estraneo, il suo sistema immunitario è indebolito ei parassiti possono replicarsi facilmente. Salteranno quindi su tutti i pesci nel tuo acquario e causeranno lampi, letargia, diminuzione dell’appetito e persino la morte con gravi infestazioni.

    Altri segni clinici di un’infestazione da parassiti includono lividi o squame mancanti e diminuzione dell’appetito. Molti di questi segni clinici possono tuttavia presentarsi con altre malattie, quindi la diagnosi può essere complicata.

    Le opzioni di trattamento variano a seconda del parassita coinvolto. La maggior parte dipenderà dalla temperatura. Il tuo veterinario acquatico prescriverà il trattamento corretto a seguito di una diagnosi microscopica.

  • 02 di 07

    Batteri

    Jessie Sanders

    La maggior parte delle infezioni batteriche nei pesci sono secondarie ad altri fattori di stress primari. Le cause tipiche dello stress cronico includono la scarsa qualità dell’acqua, il sovraffollamento e una dieta inappropriata.

    Le infezioni batteriche acquatiche più comuni sono causate da Aeromonas, Vibrio, Edwardsiella, Psuedomonas e Flavobacterium spp. Ci sono anche Mycobacterium spp. infezioni, comunemente note come tubercolosi dei pesci, che possono potenzialmente infettare gli esseri umani immunocompromessi. Non esiste una cura per Mycobacterium spp. e richiede la consultazione con un veterinario acquatico per la manutenzione del sistema.

    I segni clinici di un’infezione batterica includono edema della pelle (idropisia), ulcerazione, diminuzione dell’appetito, erosione delle pinne, letargia, infezioni fungine o parassitarie secondarie e morte improvvisa.

    Flavobacterium spp, nota anche come malattia del “cotone idrofilo”, viene comunemente scambiata per un fungo quando in realtà è un batterio.

    Una terapia eccessiva con “antibiotici” da banco ha portato a ceppi batterici resistenti che richiedono un trattamento molto aggressivo. Questi prodotti eliminano anche la tua filtrazione biologica e portano alla sindrome di New Tank, che può compromettere ancora di più i tuoi pesci.

    Prima di buttare via un mucchio di cose, consulta un veterinario acquatico che può consigliare un trattamento appropriato ed efficace. Possono raccomandare una coltura batterica e un test di sensibilità per identificare i batteri che causano il problema e il miglior antibiotico per trattarlo.

  • 03 di 07

    Malattie fungine

    Dottoressa Jessie Sanders

    Le malattie fungine si trovano solitamente solo sulla pelle dei pesci morti. Queste macchie si formano facilmente su squame morte, pinne in decomposizione o siti di lesioni traumatiche. Si trovano anche su pesci con sistema immunitario compromesso a causa di malattie virali o genetiche concomitanti

    La maggior parte delle infezioni fungine si risolve da sola una volta rimossa la pelle morta. Le infezioni persistenti possono richiedere una terapia aggressiva coordinata dal veterinario.

  • 04 di 07

    Linfocisti

    Getty Images / mtreasure

    Ci sono alcune malattie virali nei pesci d’acqua dolce che possono colpire le specie di acquari comuni. Il più comune è la linfocisti.

    Ciò è causato da un iridovirus e si presenta come piccole protuberanze bianche che possono essere confuse con fratture dei raggi delle pinne e malattia dei punti bianchi. Il tuo veterinario dovrà esaminare il tuo pesce per distinguere tra le varie cause di macchie bianche sul tuo pesce.

    Continua fino a 5 di 7 sotto.

  • 05 di 07

    Malattia delle bolle di gas

    Getty Images / DigiPub

    La malattia delle bolle di gas è solitamente causata da microbolle molto fini nel serbatoio. Questo è comunemente causato da un pezzo di impianto idraulico disallineato o da rapidi cambiamenti di temperatura, come durante un cambio d’acqua.

    I segni clinici includono bolle nella pelle, nelle pinne e negli occhi. Potrebbero esserci cambiamenti microscopici nelle branchie, che possono essere esaminati dal veterinario al microscopio. Avrai bisogno di assistenza veterinaria per curare i pesci affetti da bolle di gas.

  • 06 di 07

    Cancro

    Dottoressa Jessie Sanders

    Sfortunatamente, i pesci non sono immuni a vari tipi di cancro. Esistono molti tipi che possono potenzialmente infettare i tuoi pesci d’acqua dolce ed è fondamentale per la loro salute che siano trattati il ​​prima possibile.

    La maggior parte dei tumori si presenta come escrescenze anormali all’esterno o all’interno del pesce. Potresti anche vedere una diminuzione dell’appetito, aumento della letargia o incapacità di riprodursi.

    Se sospetti che il tuo pesce abbia il cancro, contatta il tuo veterinario acquatico al più presto. Se catturati abbastanza presto, alcuni tumori possono essere rimossi chirurgicamente, migliorando notevolmente la qualità e la durata della vita del pesce.

  • 07 di 07

    Malattia policistica renale

    Dottoressa Jessie Sanders

    Questa malattia si trova nel pesce rosso, uno dei pesci d’acquario d’acqua dolce più comuni. La causa di questa malattia è sconosciuta, in cui le cisti si formano nei reni del pesce, impedendo loro di funzionare correttamente. Il corpo dei tuoi pesci inizia ad assumere l’acqua in eccesso e iniziano ad assomigliare a un palloncino d’acqua. Non ci sono cure, oltre alle cure palliative, e la malattia è purtroppo terminale.

Come per qualsiasi animale, la diagnosi precoce e un trattamento efficace sono fondamentali per il trattamento di qualsiasi malattia nei pesci d’acqua dolce. Assicurati sempre che i tuoi pesci siano nell’ambiente appropriato con una buona qualità dell’acqua e una dieta adeguata. Prima di tentare qualsiasi trattamento fai-da-te con il pesce, ricorda che l’assistenza veterinaria probabilmente porterà a risultati più sicuri ed efficaci.

Leggi di più  Tumori nei pesci da compagnia