Molti rettili hanno esigenze molto specifiche in termini di calore e luce. Soddisfare questi bisogni è essenziale per mantenere sani questi animali, quindi è importante capire perché il calore e la luce sono così importanti.

L’importanza del calore

Per tutti i rettili, fornire temperature appropriate è estremamente importante. Essendo ectotermici (“a sangue freddo” – anche se hanno bisogno di temperature calde) si affidano a temperature esterne per regolare la temperatura corporea. In natura, gravitano in modo naturale su un’area con la temperatura di cui hanno bisogno, spostandosi verso il sole o verso aree ombreggiate, se necessario. Pertanto, un gradiente di temperatura deve essere fornito in modo che il rettile possa scegliere la temperatura appropriata secondo necessità.

Ovviamente, le temperature non devono essere così alte da surriscaldare il rettile. Altrettanto importante, tuttavia, è che le temperature non siano troppo basse poiché processi come la digestione sono efficaci solo alla giusta temperatura corporea. A temperature troppo basse, un rettile può diventare pigro e incapace di digerire correttamente il cibo.

Gradiente di temperatura

Per i motivi sopra indicati, è necessario fornire un gradiente. Tipicamente una luce basking o altra fonte di calore può essere collocata ad una estremità del serbatoio in modo che la temperatura lì sia all’estremità superiore dell’intervallo per le specie di rettili. L’altra estremità dovrebbe essere mantenuta intorno all’intervallo di temperatura più basso per la specie.

Tuttavia, fornire il gradiente non è così semplice. A seconda del tipo di rettile che si sta abitando, gli accessori devono essere collocati nel serbatoio in modo tale che il rettile possa utilizzare il gradiente mentre si comporta in modo naturale. Quindi, se il tuo rettile ama nascondersi, dovrebbe essere fornita una specie di riparo o di nascondiglio sia nella parte calda che in quella fredda, in modo che il rettile non sia tentato di nascondersi tutto il giorno in un rifugio che non sia alla temperatura ottimale. Allo stesso modo, se il tuo rettile è arboricolo, le temperature appropriate devono essere disponibili nei rami su cui si arrampica il rettile; il rettile può quindi regolarsi e rimanere nella posizione preferita.

Leggi di più  Cosa fare se hai trovato un gatto smarrito

Questo può sembrare un sacco di problemi, ma la chiave è fornire condizioni che imitano ciò che il rettile troverà nel suo ambiente naturale. Investi in un paio di buoni termometri e controlla regolarmente le temperature in diverse aree della gabbia (specialmente dove il tuo rettile impiega molto tempo) e assicurati che le temperature siano corrette. Ricorda che la temperatura corretta è vitale per la salute del tuo rettile!

Temperature notturne

Molti rettili in cattività vanno bene con un leggero calo di temperatura durante la notte (questo è ciò che molti vivono in natura). Molte schede per la cura dei rettili raccomandano una notte o una temperatura minima. Può ancora essere fornita una leggera sfumatura, di nuovo per permettere al rettile di scegliere dove vuole essere.

Fornire calore

Ci sono diverse opzioni per fornire calore e la (e) migliore (i) per te dipenderà dal tuo rettile e dal tuo recinto. Il riscaldamento dall’alto riproduce in modo naturale un rettile che si crogiola al sole, ma il riscaldamento sotto il serbatoio è una buona opzione per integrare il calore fornito. Se possibile, evitare fonti di calore posizionate all’interno della gabbia, o almeno accertarsi che siano schermate per evitare il contatto diretto tra il rettile e la fonte di calore per evitare ustioni. Questo è particolarmente importante per alcune specie (ad esempio iguane). Le rocce calde dovrebbero essere generalmente evitate – spesso possono essere abbastanza calde da bruciare un rettile che poggia su uno, ma non fanno molto per riscaldare l’intero serbatoio. E, naturalmente, assicurarsi che tutti i dispositivi di riscaldamento siano utilizzati in modo appropriato e sicuro per ridurre il rischio di ustioni o incendi. Di seguito sono riportate alcune opzioni.

  • Luci da sole, faretti, lampade ad incandescenza: rappresentano un modo semplice ed efficace per fornire calore e luce diurna. Sono disponibili in una varietà di wattaggi e alcuni esperimenti potrebbero essere necessari per trovare la giusta combinazione di distanza e potenza per fornire la giusta temperatura. Le lampadine bianche non possono essere utilizzate 24 ore al giorno, tuttavia (il tuo rettile ha bisogno di un po ‘di tempo anche al buio), quindi una lampadina colorata può essere usata di notte. Le lampadine notturne realizzate appositamente per i rettili sono una buona scelta. Questo tipo di calore è una buona scelta dato che fornisce un punto di cottura per il vostro animale domestico.
  • Elementi riscaldanti in ceramica – questi avvitano in una presa molto più leggera di una lampadina, ma non emettono alcuna luce. Producono molto calore e devono essere usati solo in una presa di ceramica nominale per l’elemento o c’è il rischio di surriscaldamento e incendio.
  • Sotto i pattini e il nastro riscaldanti del serbatoio – i termofori umani sono ok ma non ideali. Speciali cuscinetti termici e nastro termico possono essere acquistati per i rettili. Queste fonti di calore sotto il serbatoio sono una buona scelta per integrare il calore fornito da una luce crogiolarsi o fornire calore durante la notte.
    Leggi di più  Ragamuffin: profilo di razza di gatto

    L’importanza dell’ultravioletto

    A parte la necessità di un normale ciclo giorno-notte, alcuni rettili hanno bisogno di tipi di luce molto specifici, cioè la luce UV. Simile al fabbisogno di calore, il requisito della luce UV è vitale per la salute ottimale delle specie che richiedono lunghezze d’onda UV. Anche per quei rettili che non hanno bisogno di luce UV, è necessario fornire un normale ciclo giorno-notte. Senza un normale ciclo di luci e ombre, gli animali sperimenteranno lo stress. Inoltre, se l’allevamento è un obiettivo, imitando i cambiamenti nel ciclo luce-buio che si verificherebbero naturalmente in quanto il cambiamento delle stagioni potrebbe essere necessario per indurre i rettili a riprodursi.

    Serpenti e lucertole notturne

    I serpenti, in virtù del fatto che si sono evoluti per mangiare prede intere, sono abbastanza facili da sfamare e ottenere praticamente tutti i loro bisogni di calcio e vitamina D attraverso la loro dieta.

    Le specie notturne di lucertole non hanno molta esposizione alla luce UV in natura, quindi non hanno requisiti speciali per i bulbi che producono luce ultravioletta.

    I serpenti e le lucertole notturne quindi necessitano semplicemente di abbastanza luce per fornire un ciclo giorno-notte appropriato per la specie, e una lampadina a incandescenza regolare va bene. Come discusso nella pagina precedente, le lampadine utilizzate per il riscaldamento e la luce sono sufficienti per queste specie.

    Tuttavia, molte lucertole e tutte le tartarughe e tartarughe hanno bisogno di esposizione alla luce UVA e UVB, che deve essere fornita con l’esposizione regolare alla luce solare o luci speciali.

    Perché la luce UV è importante?

    La luce ultravioletta (UV) è importante nella produzione di vitamina D3, che è necessaria per il metabolismo del calcio. La vitamina D3 è prodotta nella pelle con esposizione ai raggi UV (dalla luce solare). Mentre la vitamina D3 può essere integrata nella dieta, sembra che alcuni rettili, come le iguane, facciano un uso migliore della vitamina D3 prodotta all’interno dei loro corpi rispetto a quella fornita negli integratori vitaminici. La luce solare è una fonte di UV poco pratica per la maggior parte dei proprietari (la luce UV è bloccata dal vetro, quindi l’esposizione attraverso le finestre non è un’opzione praticabile). L’UV può essere fornito da speciali lampadine.

    Leggi di più  15 razze di cani rari che dovresti sapere

    La luce UV è composta da lunghezze d’onda UVA, UVB e UVC. L’UVC è dannoso e UVA e UVB sono ciò di cui i rettili hanno bisogno. La considerazione più importante è la quantità di UVB prodotta, ed è qui che è necessaria la selezione di una lampadina appropriata.

    Di fronte a una vasta gamma di lampadine in un negozio di animali, a volte c’è confusione su quale sia il miglior tipo da ottenere. Assicurati di ottenere una luce a spettro completo, che produca più dell’1,1% di UVB. Melissa Kaplan, autore di  Iguana for Dummies, raccomanda sia il Durtest Vita-Lite o Zoo Med’s Reptisun come luci buone. Nel tempo, la produzione di UVB diminuisce e le lampadine UVB dovrebbero essere sostituite ogni 9-12 mesi.

    Per quelle specie che richiedono una luce UVB, generalmente è richiesta un’altra fonte di luce, come fonte di luce bianca brillante e / o calore. Quando si posizionano i vari elementi di riscaldamento e illuminazione, devono lavorare insieme. Posiziona le luci UV e la luce basking sullo stesso lato del recinto, altrimenti il ​​rettile potrebbe passare il tempo a crogiolarsi e ad allontanarsi troppo dalla lampada UVB per trarne vantaggio.