Prostatite nei cani

I cani maschi sono suscettibili ai problemi alla prostata, in modo simile agli umani maschi. La prostatite nei cani non è un problema comune, ma può essere una malattia grave se non trattata. La prostatite può anche indicare la presenza di un’altra malattia prostatica.

Cos’è la prostatite nei cani?

Prostatite1 è un termine usato per descrivere l’infiammazione della prostata. La ghiandola prostatica canina è una struttura riproduttiva che si trova solo nei cani maschi. Circonda la vescica dove incontra l’uretra ed è responsabile della produzione di fluidi presenti nello sperma. Quando la prostata si infiamma, può colpire i tessuti circostanti, portando a problemi di minzione e defecazione.

Video In primo piano

La prostatite è generalmente di natura batterica. La prostatite batterica si manifesta in due forme diverse. La prostatite acuta è un’infezione improvvisa della prostata che provoca l’ammalamento di un cane. La prostatite cronica è un’infezione prostatica a lungo termine che non viene rilevata. La prostatite acuta può portare a prostatite cronica.

Le infezioni del tratto urinario si verificano spesso insieme alla prostatite batterica. Questo perché il liquido prostatico si riversa nella vescica, diffondendo l’infezione prostatica al tratto urinario.

Sintomi di prostatite nei cani

Segni di prostatite nei cani

  • Infezioni ricorrenti del tratto urinario
  • Sangue nelle urine
  • Dolore addominale
  • Mal di schiena
  • Andatura rigida negli arti posteriori
  • Febbre
  • Letargia o depressione
  • Perdita di appetito
  • Sforzandosi di urinare
  • Sforzandosi di defecare
  • Sgabelli dalla forma sottile a nastro
  • Prostatomegalia (prostrato ingrossato); può essere rilevato da un veterinario

La prostatite acuta provoca in genere letargia, dolore e febbre. È comune per un cane con prostatite avere una concomitante infezione del tratto urinario. La prostatite acuta può portare a disidratazione, setticemia (infezione del flusso sanguigno) e shock. Queste sono condizioni gravi e potenzialmente fatali.

Leggi di più  I cani possono mangiare l'aglio

I cani con prostatite cronica possono non mostrare segni di malattia. Le infezioni croniche ricorrenti del tratto urinario si verificano spesso quando un cane ha una prostatite cronica e questo potrebbe essere l’unico segno che porta il veterinario a una diagnosi.

I cani con prostatite batterica possono anche sviluppare ascessi prostatici. Un ascesso rotto può portare a peritonite (infiammazione del rivestimento della cavità addominale), una condizione pericolosa che potrebbe portare alla morte.

La prostatite può causare l’ingrossamento della prostata che porta a difficoltà a urinare o defecare. Questo allargamento può anche causare dolore e influenzare l’andatura posteriore del cane.

Assicurati di contattare il veterinario se il tuo cane mostra segni di prostatite o altri segni di malattia.

Cause di prostatite nei cani

La prostatite può verificarsi in qualsiasi cane maschio, ma è molto più comune nei cani non castrati che nei cani sterilizzati. La razza del cane non sembra avere un ruolo nel rischio di prostatite. La maggior parte dei cani che sviluppano la prostatite sono di mezza età o più anziani.

La prostatite batterica si verifica quando la prostata viene infettata da batteri. Questo batterio può provenire dalla vescica, da un’altra parte del corpo, dal sangue o da una ferita esterna. I cani con un sistema immunitario compromesso sono a maggior rischio.

La prostatite a volte si verifica secondariamente a un’altra condizione. Molti casi di prostatite cronica sono causati da iperplasia prostatica benigna. L’IPB è una condizione ormonale che si verifica comunemente nei cani maschi non sterilizzati.

La prostatite può verificarsi in combinazione con cisti prostatiche o paraprostatiche e cancro alla prostata.

Diagnosi e trattamento

Il tuo veterinario inizierà discutendo la storia medica del tuo cane ed eseguendo un esame fisico. Il veterinario palperà la prostata durante un esame rettale. L’infiammazione prostatica può essere avvertita durante la palpazione attraverso il retto. Successivamente, il veterinario eseguirà un’analisi delle urine e un’urinocoltura per cercare l’infezione. Ulteriori test di laboratorio possono essere raccomandati per valutare la funzione degli organi e la conta delle cellule del sangue. Il veterinario può anche raccomandare immagini diagnostiche come radiografie (raggi X) o ultrasuoni per visualizzare la prostata. In alcuni casi, il veterinario potrebbe voler raccogliere il liquido prostatico da inviare a un laboratorio per l’analisi.

Leggi di più  8 delle migliori verdure per nutrire il tuo cane

La prostatite batterica richiede un trattamento antibiotico. I cani con prostatite acuta richiedono in genere il ricovero in ospedale con liquidi per via endovenosa per prevenire la disidratazione. I cani ospedalizzati vengono trattati con antibiotici e attentamente monitorati nel caso in cui si sviluppino sepsi o altre complicanze.

Anche i cani con prostatite cronica vengono trattati con antibiotici. Tuttavia, gli antibiotici da soli non sono efficaci se è presente iperplasia prostatica benigna. La castrazione, o castrazione, è il trattamento ideale per l’IPB. Alcuni proprietari scelgono di non far sterilizzare i loro cani (spesso cani destinati alla riproduzione o al ring). In questi casi, può essere somministrato un farmaco chiamato finasteride per controllare i cambiamenti ormonali legati all’IPB.

La chirurgia può essere necessaria se vengono scoperte cisti prostatiche o paraprostatiche.

Il cancro alla prostata viene spesso trattato con un farmaco chiamato piroxicam.

Come prevenire la prostatite nei cani

La prostatite è rara nei cani sterilizzati, quindi il modo migliore per prevenire la prostatite è sterilizzare il tuo cane maschio. La diagnosi precoce della prostatite può prevenire complicazioni, quindi porta il tuo cane dal veterinario se noti che qualcosa non va. Il tuo veterinario potrebbe anche essere in grado di rilevare i cambiamenti della prostata durante un esame rettale di routine. Assicurati di portare il tuo cane dal veterinario per le visite di benessere consigliate che includono l’esame rettale.

Fonti degli articoli Point Pet utilizza solo fonti di alta qualità, inclusi studi sottoposti a revisione paritaria, per supportare i fatti all’interno dei nostri articoli. Leggi il nostro processo editoriale per saperne di più su come controlliamo i fatti e manteniamo i nostri contenuti accurati, affidabili e affidabili.

  1. https://www.agriculturejournals.cz/publicFiles/60598.pdf

Leggi di più  Eye Boogers nei cani Dog
Stefanie Binder
Amante della natura, ambientalista, veterinario.
RELATED ARTICLES