Ci sono molte specie di batteri presenti nel tuo sistema ittico. La maggior parte sono benigni e alcuni addirittura benefici per i tuoi pesci, compresi quelli che risiedono nella tua filtrazione biologica. Altri batteri aspettano che le difese del tuo pesce si abbassino in modo da poter sfruttare un sistema immunitario debole. È molto raro che una specie batterica causi da sola seri problemi ai pesci. Tuttavia, alcune specie di Pseudomonas sono in grado di causare malattie debilitanti in pesci perfettamente sani.

Cos’è la pseudomoniasi?

La pseudomoniasi è il nome di un’infezione batterica causata da Pseudomonas spp. batteri. Esistono molte specie diverse di Pseudomonas nell’ambiente acquatico e la maggior parte non causerà alcun problema ai tuoi pesci.

La causa più comune di pseudomoniasi è un altro fattore di stress primario che indebolisce la funzione immunitaria del pesce.

Sintomi della pseudomoniasi nei pesci

La pseudomoniasi nel pesce assomiglia a molte altre infezioni batteriche. Questi segni generalizzati non sono specifici di un’infezione da Pseudomonas .

Segni clinici

  • Pinna erosione
  • Ulcerazione
  • Letargia
  • Diminuzione dell’appetito
  • Morte improvvisa

Cause di pseudomoniasi

La maggior parte delle infezioni da pseudomoniasi si verifica quando il pesce è soggetto a un altro fattore di stress primario. Esistono particolari specie di Pseudomonas che hanno un’affinità speciale per una specifica specie di pesce che può causare malattie con un divario minimo o nullo nella funzione immunitaria.

Pseudomonas spp. sono presenti in quasi tutti gli ambienti acquatici e attendono la debilitazione di un pesce. Una volta che le difese di un pesce sono state abbassate, molti agenti patogeni, inclusi i batteri Pseudomonas , possono diffondersi e prosperare. Se i sistemi di un pesce sono continuamente indeboliti o se i batteri sono troppo abbondanti, il tuo pesce non si riprenderà senza trattamento.

Processi diagnostici

L’aspetto più critico per la diagnosi di Pseudomonas è identificare l’evento stressante primario. Sebbene siano rare, sono possibili infezioni batteriche primarie, ma è importante valutare l’ambiente del tuo pesce a prescindere.

Esempi di stress nei pesci includono la scarsa qualità dell’acqua, un’alimentazione inadeguata o errata o problemi di aggressività o bullismo. Le possibili soluzioni, a seconda del problema principale, possono includere una migliore manutenzione della vasca o del laghetto, la rimozione dei pesci dall’ambiente, l’acquisto di nuovo cibo, l’aggiunta di elementi decorativi o altri miglioramenti ambientali. Collabora con il tuo veterinario acquatico per ottenere consigli su come migliorare l’ambiente circostante i tuoi pesci per limitare lo stress.

La diagnostica aggiuntiva include il campionamento delle ferite aperte per la coltura e la sensibilità batteriche. Tuttavia, le ferite esterne sono un terreno fertile per molte specie di batteri differenti, quindi i risultati potrebbero non essere troppo specifici.

I migliori dati diagnostici si ottengono dall’eutanasia di un pesce moribondo, o di un pesce che mostra segni clinici gravi e prossimo alla morte, e sottoponendo il corpo a un laboratorio per l’esame batterico. I tessuti raccolti dai reni e dalla milza forniscono molte più informazioni su quali specie di batteri sono il vero agente eziologico della malattia. Quindi, se ci sono altri pesci nella vasca, anch’essi affetti da sintomi simili, sarà più facile da trattare.

Trattamento

Una volta identificato il fattore di stress primario, dovrebbe essere eliminato il prima possibile. A seconda del fattore di stress iniziale, tu e il tuo veterinario potete pianificare di rimuoverlo dal sistema e impedirne il ritorno. Se questo fattore di stress non viene rimosso, il trattamento antibiotico fornirà solo un sollievo temporaneo.

Sulla base dei risultati di batteriologia, è possibile eseguire un test di sensibilità. Utilizzando isolati delle specie di batteri infettivi, vengono messi alla prova diversi antibiotici e viene identificato l’antibiotico più efficace. Questo è fondamentale per molte specie di Pseudomonas poiché è nota la resistenza a più antibiotici.

Una volta identificato un antibiotico adatto, il veterinario determinerà il miglior metodo di trattamento. A seconda delle dimensioni, dello stato e del numero totale di pesci colpiti, il farmaco può essere somministrato come bagno, nel cibo o iniettato direttamente nel pesce.

I prodotti da banco simili agli antibiotici di solito non sono efficaci contro Pseudomonas spp.

Come prevenire la pseudomoniasi

Il metodo migliore per prevenire la diffusione di Pseudomonas spp. nel tuo serbatoio è quello di aderire a rigorosi protocolli di quarantena. In questo modo, se un pesce stressato per la cattura, il trasporto e il nuovo ambiente inizia a mostrare segni clinici, non diffonderà la malattia al resto del tuo sistema.

La pseudomoniasi è contagiosa per gli esseri umani?

Per fortuna, la pseudomoniasi non è tipicamente trasmissibile agli esseri umani. Le persone immunocompromesse, i bambini e gli anziani dovrebbero limitare il loro contatto con i sistemi ittici, solo per essere al sicuro. La malattia zoonotica batterica più comune è la tubercolosi dei pesci, trasmessa da Mycobacterium spp.

Articolo precedenteDiarrea nelle cavie
Articolo successivo8 modi per aiutare il tuo gatto a perdere peso