È bello avere un po ‘di colore dopo un lungo inverno. Decorazioni pasquali e primaverili (ed edibili) animano il paesaggio, ma rappresentano anche un potenziale pericolo per gli animali domestici. Chi sapeva che l’erba di Pasqua di plastica potrebbe essere pericolosa, persino mortale?

La primavera è un ottimo momento per fare un inventario dei potenziali rischi per animali domestici. È meglio dell’alternativa di passare il tempo all’ospedale veterinario. Ecco alcuni suggerimenti rapidi su cosa guardare per questa primavera.

Giglio pasquale (e relative piante di giglio)

Il giglio pasquale è un reperto comune in questo periodo dell’anno. Questa pianta e le relative piante della famiglia del giglio sono altamente tossiche per i gatti se ingerite.

I primi segni osservati sono vomito e letargia e, se non curati, possono progredire fino all’insufficienza renale (renale) e alla morte. Si prega di chiamare immediatamente il veterinario se sospetti che il tuo gatto abbia mangiato qualsiasi parte di una pianta di giglio.

Un altro fiore primaverile spesso usato in composizioni floreali, i narcisi, sono anche tossici per i gatti.

Per saperne di più: Tossicità del giglio

Erba di Pasqua

I gatti amano tutto ciò che si muove. L’erba pasquale si sposta facilmente nella brezza, emette suoni interessanti e, per alcuni gatti, è semplicemente irresistibile e deve essere mangiata.

Oggetti teneri come l’erba pasquale o il tinsel a Natale, rappresentano una minaccia mortale se ingeriti, creando qualcosa chiamato Linear Foreign Body. I primi segni visti, a parte il fatto che il materiale sia visibile dalla bocca o dall’ano, sono vomito o sforzo per defecare e un doloroso addome.

È cercare di estrarre l’erba o il filo visibili non raccomandato, in quanto ciò può causare più danni se il pezzo è lungo e intrappolato lontano all’interno del corpo. Chiama il tuo veterinario se sospetti che il tuo gatto abbia provato l’erba di Pasqua. Mentre i corpi estranei lineari sono più comuni nei gatti, i cani possono anche ingerire materiale non alimentare, e si applicano le stesse regole.

Leggi di più  Tossicità della cipolla in cani e gatti

Cioccolato

Questo è in genere più un rischio per il cane, dato che molti cani hanno un debole per i dolci, un grande naso e la determinazione a trovare il cioccolato – nascosto o no, ma i gatti possono consumare anche il cioccolato.

I componenti tossici nel cioccolato sono teobromina e caffeina, e il livello di tossicità è basato sul tipo e quantità di cioccolato consumato.

Diversi tipi di cioccolato hanno diverse quantità di teobromina e caffiene; il cioccolato fondente contiene le più alte concentrazioni e il “cioccolato” bianco contiene il minimo. I primi sintomi clinici sono vomito, diarrea e tremori.

Lettura correlata: Tossicità al cioccolato nei gatti Cani

xilitolo

È importante notare che lo xilitolo, un dolcificante artificiale utilizzato in molte caramelle, gomme da masticare e prodotti da forno, è potenzialmente molto tossico per cani e furetti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here