Pesci e acquari d'acqua salataAcquari d'acqua salata e habitatSuggerimenti per l'allestimento di un piccolo acquario d'acqua salata

Suggerimenti per l’allestimento di un piccolo acquario d’acqua salata

Quanto può essere piccolo l’acquario d’acqua salata? Questa domanda viene posta spesso e, sebbene si possa decidere di allestire un acquario di dimensioni inferiori ai 40 galloni, o le cosiddette vasche mini, micro, nano e pico, la maggior parte degli acquariofili esperti le dirà che più grande è il volume d’acqua con cui si ha a che fare in un acquario, meglio è. Il motivo principale? Perché, se il volume d’acqua è maggiore, ci sono meno problemi di cambiamenti ambientali che si verificano rapidamente.

Gli acquari piccoli sono unici

Con un volume d’acqua ridotto, se emerge un problema di qualità dell’acqua, come ad esempio un’ammoniaca elevata, questo può aumentare rapidamente, causando risultati disastrosi se non viene corretto subito. Quando si dispone di una grande capacità d’acqua, anche se l’ammoniaca può essere presente, di solito si accumula gradualmente e si potrebbe pensare che sia diluita a causa della maggiore quantità d’acqua coinvolta. Una situazione di questo tipo può essere corretta in modo meno impaurito, perché ci vuole un po’ più di tempo prima che il problema raggiunga un livello critico.

Consigli per un ambiente d’acqua salata più piccolo

Prima di decidere di mettere insieme un piccolo sistema d’acqua salata o di acquistare un kit per mini/nano acquari, ecco alcune importanti chiavi di successo che deve conoscere quando allestisce e mantiene un acquario di dimensioni inferiori a 40 galloni.

  • Deve essere paziente e diligente.
  • Predisporre un filtraggio e una circolazione dell’acqua adeguati. (Esempio: non utilizzi un filtro di potenza appeso con capacità fino a 10 galloni in una vasca da 10 galloni, ma passi a un’unità da 20 o 30 galloni).
  • L’integrazione di uno schiumatoio di proteine è un vantaggio sicuro per rimuovere la materia organica che si accumula rapidamente e che crea problemi.
  • Mantenere puliti i materiali di pre-filtraggio.
  • Per essere sempre al corrente di ciò che accade nell’acquario, l’acqua deve essere analizzata frequentemente.
  • A seconda della quantità di carico biologico presente in un sistema individuale, un regolare cambio d’acqua settimanale, bimestrale o mensile del 25-50% è essenziale per mantenere una buona qualità dell’acqua, il che si ricollega all’importanza di testare l’acqua.
  • Scelga con cura gli abitanti della vasca e non sovraccarichi il sistema con un eccesso di cibo.
  • Non dia un’alimentazione eccessiva, soprattutto con alimenti che possono inquinare rapidamente l’acqua.
  • Sia cauto nell’aggiungere tamponi, correttori, oligoelementi, integratori, altri additivi e farmaci. Questi elementi possono alterare l’equilibrio del sistema molto rapidamente.
  • Controlli la temperatura, soprattutto quando effettua i cambi d’acqua. Il calore residuo delle luci, delle pompe, dello schiumatoio e di altre apparecchiature può causare un cambiamento della temperatura dell’acqua.
  • Non sovraccarichi il sistema con troppa luce. Utilizzando la formula standard da 3,5 a 4,0 watt per gallone (esempio: 10 galloni x 4 = 40 watt), le fluorescenti VHO di potenza adeguata, le fluorescenti compatte, i tubi T-5 ad alto rendimento, le HQI compatte, i LED e le lampadine combinate sono buone scelte. I kit per mini-acquari facilitano l’illuminazione, perché sono dotati di sistemi di illuminazione integrati. Se intende allevare coralli e altri invertebrati che ospitano zooxantelle, deve scegliere l’allestimento giusto per supportare i tipi di animali della barriera corallina che intende allevare.
  • Per evitare problemi di malattie, che possono portare a dover trattare l’acquario, si prenda il tempo necessario per mettere in quarantena i nuovi animali prima di inserirli nella sua vasca da esposizione.
Leggi di più  Come nutrire i coralli in un acquario d'acqua salata

Non ceda alla trappola della delusione e della frustrazione per l’acquariofilia e si arrenda, perché non era preparato. Il successo deriva principalmente dalla consapevolezza di ciò che ci si aspetta prima di avviare un acquario e dall’impegno a seguire il percorso con la dovuta diligenza per prendersene cura. Questo vale soprattutto per la cura di un acquario di piccole dimensioni.

- Advertisement -