Informazioni sull’epatite canina infettiva

Sebbene l’epatite nei cani sia contagiosa e possa essere trovata in tutto il mondo, non è comune nelle aree in cui i cani vengono regolarmente vaccinati. La sua gravità varia ampiamente da casi molto lievi a malattie molto gravi ea volte fatali.

Causa

L’epatite canina infettiva è causata da un virus chiamato adenovirus canino di tipo 1 (CAV-1).

Fattori di rischio

I cani giovani e i cani non vaccinati sono a più alto rischio di essere infettati dal virus che causa l’epatite canina infettiva. I cuccioli molto giovani tendono a sviluppare la malattia più grave.

Segni e sintomi di epatite canina infettiva

L’epatite canina infettiva può causare una serie di sintomi. Alcuni cani mostrano sintomi molto lievi, ma nei casi gravi la malattia può essere fatale. I sintomi possono includere uno dei seguenti:

  • Febbre
  • Perdita di appetito
  • letargo
  • Occhi e naso che colano
  • Tosse
  • vomito
  • Sanguinamento sotto la pelle, lividi (può essere notato in bocca)
  • Gonfiore della testa, del collo e del tronco
  • Accumulo di liquidi nell’addome (ascite)
  • Ittero (colorito giallastro sulla pelle)
  • Convulsioni
  • Aumenta la sete e la minzione (secondaria al danno renale)
  • L’annebbiamento bluastro della cornea è visto in alcuni animali in seguito nel corso della malattia (“epatite blu dell’occhio”)

Diagnosi di epatite canina infettiva

Sono disponibili vari metodi per testare la presenza del virus che causa l’epatite canina o la presenza di anticorpi contro il virus. Gli esami del sangue possono essere indicativi della diagnosi se combinati con i segni clinici, a seconda delle fasi della malattia. Una diminuzione dei globuli bianchi e l’evidenza di una malattia epatica possono essere evidenti relativamente presto nella malattia. Altri test come radiografie e test delle urine possono anche essere eseguiti.

Trattamento dell’epatite canina infettiva

Non esiste un trattamento specifico per l’epatite canina infettiva, quindi il trattamento è finalizzato alla gestione dei sintomi fino a quando il virus non ha corso. A seconda della gravità della malattia, può essere necessario il ricovero in ospedale e la terapia per via endovenosa. Gli antibiotici non trattano il virus ma possono essere prescritti per scongiurare infezioni batteriche secondarie. Nei casi più gravi, possono essere necessarie trasfusioni di sangue.

Prevenire l’epatite canina infettiva

I vaccini sono disponibili per prevenire l’epatite canina infettiva e sono tra i principali vaccini raccomandati per tutti i cani (i vaccini combinati spesso usati per i cani proteggono contro l’epatite canina infettiva). Vaccinazione contro un virus strettamente correlato, adenovirus canino di tipo 2 (CAV-2 protegge contro l’epatite canina infettiva (CAV-1) e la malattia respiratoria causata da CAV-2. I vaccini CAV-2 sono più comunemente usati per proteggere da entrambi questi virus a causa del potenziale effetto collaterale del vaccino CAV-1 Il veterinario raccomanderà una serie di vaccini appropriati per il vostro cane per proteggersi da questa e da altre comuni malattie canine.
Nota: questo articolo è stato fornito solo a scopo informativo. Se il tuo animale domestico mostra segni di malattia, consulta un veterinario il più rapidamente possibile.

Articolo precedenteTest per la FIV e in che modo l’AIDS felino è contagioso
Articolo successivoNutrire Nori con pesci d’acqua salata