Rettili e anfibiGechiGeco dorato: profilo della specie

Geco dorato: profilo della specie

I gechi dorati, originari del Vietnam e del sud-est asiatico, sono lucertole intriganti, anche se non sono così popolari come molte altre lucertole da compagnia. I maschi possono essere di colore giallo-oro (a volte con marcature), mentre le femmine tendono ad essere più scure e ad avere più verde sul corpo. Le femmine di geco dorato tendono ad essere un po’ più piccole dei maschi. Potrebbe non essere il geco migliore per un nuovo proprietario di lucertole, in quanto ha abitudini notturne. Ma se lei è un nottambulo, questo potrebbe essere il geco da compagnia che fa per lei, anche se hanno un’avversione a essere maneggiati.

Panoramica della specie

Nome scientifico: Gekko ulikovskii

Nome comune: geco dorato

Dimensioni da adulto: da 7 a 8 pollici

Aspettativa di vita: 10 anni

Comportamento e temperamento del geco dorato

I gechi dorati sono timidi e hanno una pelle delicata, quindi non sono adatti ad essere maneggiati. Hanno anche la reputazione di mordere quando sono stressati. Potrebbe non essere il geco migliore per un nuovo proprietario di lucertole, ma se è paziente quando è necessario maneggiarlo, il suo geco può diventare docile.

Come molti gechi, il golden si libera della coda quando è molto stressato; può anche rigenerarla. Tuttavia, questa è una risposta estrema da parte del geco e non dovrebbe mai essere preso per la coda.

Alloggiare il Geco dorato

Un terrario alto 20 galloni è sufficiente per un geco dorato, ma un habitat più grande è una casa migliore, poiché i gechi dorati sono lucertole attive. I gechi dorati hanno bisogno di spazio verticale per arrampicarsi, per cui devono utilizzare una vasca alta. I maschi sono piuttosto territoriali, quindi dovrebbero essere tenuti solo uno per gabbia. Sono dotati di speciali cuscinetti per le dita dei piedi che consentono loro di muoversi senza sforzo lungo le superfici verticali, e possono anche aggrapparsi a testa in giù.

Leggi di più  Geco pantera: profilo della specie

Il substrato per i gechi dorati dovrebbe essere qualcosa che trattenga l’umidità, come la corteccia di rettile o la lettiera in fibra di cocco sminuzzata. Alcuni allevatori utilizzano anche terra pura, ma evitano di usare il terriccio, che spesso contiene perlite, un materiale inorganico derivato dall’estrazione dell’omonimo vetro vulcanico. Può causare impatti nella lucertola se ne ingerisce accidentalmente una quantità eccessiva.

I gechi dorati hanno bisogno di spazio per arrampicarsi, per cui è necessario fornire rami, legni di deriva e piante di seta finte o piante vive. Hanno anche bisogno di nascondigli, come grotte per rettili o vasi per piante di argilla posizionati sui lati. Si assicuri che nell’habitat non ci siano spigoli vivi. Se ha più gechi, si assicuri di fornire uno spazio sufficiente per consentire loro di nascondersi l’uno dall’altro.

Scelta del substrato per il Geco Leopardo

Calore

Per i gechi dorati è necessario garantire un gradiente di temperatura diurno compreso tra 75 e 90 gradi, con un calo notturno a 70 o 75 gradi. Il calore può essere fornito da un elemento riscaldante in ceramica o da una lampadina per rettili all’interno di un riflettore. Posizionare qualsiasi fonte di calore solo su un’estremità della vasca, in modo che l’altra estremità rimanga più fredda. Non appoggi una fonte di calore proprio nella parte superiore della vasca, perché questi gechi rampicanti potrebbero avvicinarsi troppo e provocare ustioni.

Luce

Poiché i gechi dorati sono notturni, non c’è bisogno di uno spettro di luce speciale. Tuttavia, molti esperti suggeriscono che fornire una certa illuminazione UV è comunque utile per la salute generale del geco. Le lampadine a incandescenza bianche o le lampadine blu per rettili possono essere utilizzate durante le ore diurne, mentre le lampadine notturne rosse per rettili possono essere utilizzate di notte.

Umidità

I gechi dorati hanno bisogno di un livello di umidità da moderato ad alto; l’obiettivo è un’umidità relativa del 60-80%. Poiché l’umidità è molto importante, il modo migliore per misurarla è procurarsi un igrometro e monitorare i livelli quotidianamente. Fornisca l’umidità con nebulizzazioni regolari; i gechi probabilmente berranno dalle gocce d’acqua che si raccolgono dalla nebbia.

Leggi di più  Cosa fare se il suo geco leopardo ha delle bolle sotto le ascelle

Alimentazione e acqua

I gechi dorati dovrebbero essere nutriti con una varietà di insetti vivi da preda. I grilli possono costituire la parte principale della dieta, con l’aggiunta di vermi della cera, vermi della farina, vermi del burro, scarafaggi e altri insetti vivi privi di pesticidi. Le prede di un geco dovrebbero essere caricate a livello intestinale prima di essere somministrate e spolverate con un integratore di calcio due o tre volte alla settimana; usi anche una spolverata multivitaminica una volta alla settimana.

Dia da mangiare ai suoi gechi dorati la sera. I giovani dovrebbero essere nutriti quotidianamente, ma gli adulti non hanno bisogno di essere nutriti ogni giorno. Alcuni allevatori consigliano di randomizzare il programma di alimentazione per mantenere l’interesse dei gechi per le loro prede. Per esempio, somministrare il cibo ogni due giorni, poi due giorni, poi saltare un giorno e così via. Somministri in una sola volta la quantità di prede che il geco mangerà volentieri.

I gechi dorati mangiano spesso anche la frutta. Può provare con banane schiacciate, omogeneizzati o frutta a fette; ai gechi dorati piacciono soprattutto i frutti tropicali come il mango.

Fornisca ogni giorno un piccolo piatto d’acqua poco profondo con acqua fresca e pulita non clorata. Potrebbero usarla più per bagnarsi che per bere, dato che i gechi dorati, come altri gechi, preferiscono bere le gocce d’acqua che si raccolgono sulle superfici delle foglie.

Problemi comuni di salute e di comportamento

Uno dei disturbi più comuni tra i gechi è la malattia metabolica delle ossa (MBD), che è il risultato di una dieta insufficiente di calcio e vitamina D. I gechi affetti da MBD mostrano scarso appetito e tremori e talvolta possono soffrire di deformazioni dolorose degli arti.

Leggi di più  Geco pantera: profilo della specie

I gechi dorati che sono denutriti o che vivono in uno stabulario con umidità insufficiente spesso sviluppano una condizione chiamata disecdisi. Questa condizione fa sì che il geco abbia difficoltà a spogliarsi e può anche compromettere la sua visione. Quando si sviluppa per la prima volta, appare come una chiazza di pelle secca o ruvida.

Come altri gechi, i dorati sono anche soggetti a infezioni respiratorie, tra cui la polmonite. Se il suo geco sbava, ansima o presenta un eccesso di muco nelle fosse nasali, questi sintomi indicano probabilmente problemi respiratori.

Tutte queste condizioni dovrebbero essere trattate da un veterinario specializzato in rettili e soprattutto in lucertole. La maggior parte dei gechi si riprenderà dalle malattie di cui sopra se trattati in modo tempestivo.

Scegliere il suo geco dorato

I gechi dorati sono di solito facilmente disponibili presso gli allevatori, poiché tendono ad essere di basso profilo e meno popolari rispetto ai gechi leopardo o ai gechi crestati. Diffidi dei gechi dorati catturati in natura, poiché non ha modo di conoscere la loro storia sanitaria o gli eventuali parassiti di cui sono portatori. I gechi dorati allevati in cattività tendono ad essere più sani.

Prima di acquistare un geco dorato, ispezioni la sua pelle per individuare eventuali segni di macchie secche, che potrebbero indicare problemi di spargimento. Se possibile, faccia in modo di osservare l’animale mentre mangia per assicurarsi che abbia un appetito sano.

Tipi comuni di geco da compagnia per principianti

Specie simili al Geco dorato

Se è interessato ai gechi domestici, consulti:

  • Profilo della specie del geco domestico
  • Profilo della specie del geco crestato
  • Profilo della specie del Geco leopardo

Altrimenti, dia un’occhiata ad altri tipi di rettili e anfibi che possono essere il suo animale domestico.

- Advertisement -