CavalliRazze di cavalliGli unicorni sono reali? Separare la verità dal mito

Gli unicorni sono reali? Separare la verità dal mito

Gli unicorni non sono solo una tendenza moderna. Nel corso della storia, gli unicorni sono apparsi in molte mitologie orientali e occidentali. Ma gli unicorni sono reali? Sono mai esistiti al di là dell’immaginazione delle persone? Anche se non ci sono mai state prove concrete, alcuni eventi hanno contribuito ad alimentare il mito degli unicorni.

Che cos’è un unicorno?

Unicorno significa “un corno”. Il più delle volte, l’unicorno è raffigurato come una creatura bianca, simile a un cavallo, con un unico corno che spunta dalla fronte. A volte, un unicorno è visto come un cervo, un asino o una capra con un solo corno. Il corno è spesso lungo e dritto, con striature a spirale lungo la sua lunghezza.

Inoltre, gli unicorni sono tipicamente raffigurati con zoccoli a forma di zoccolo come i bovini, i cervi o le capre, il che è diverso dagli zoccoli a una punta dei cavalli. Ma gli unicorni sono spesso visti sfoggiare colori del mantello simili a quelli dei cavalli, con il bianco come colore più comune.

Si suppone che gli unicorni siano stati dotati di molte qualità magiche. Per esempio, si dice che le lacrime e il sangue di unicorno siano curativi e che il corno di unicorno in polvere sia un antidoto al veleno. Inoltre, gli unicorni sono apparentemente difficili da catturare – non diversamente da alcuni cavalli che non amano essere catturati – e in molte mitologie solo le giovani fanciulle possono domarli. Sono un simbolo di ferocia, libertà, potere e velocità e appaiono su molti stemmi ed emblemi.

Gli unicorni nella Bibbia

Mentre le traduzioni più moderne non menzionano gli unicorni, ci sono nove riferimenti agli unicorni nella versione King James della Bibbia, pubblicata originariamente nel 1611.

Leggi di più  Cavallo tigrato: profilo della razza

La maggior parte degli studiosi sospetta un errore di traduzione. È possibile che la parola “unicorno”, che significa semplicemente “animale con un solo corno”, si riferisse a un rinoceronte. Alcuni studiosi ritengono anche che la parola ebraica “re’em”, che è stata tradotta come “unicorno”, in realtà alludesse a un toro selvaggio.

Ecco i riferimenti agli unicorni nella Bibbia:

  • Numeri 23:22: “Dio li fece uscire dall’Egitto; ha la forza di un unicorno”.
  • Numeri 24:8: “Dio lo fece uscire dall’Egitto; ha la forza di un unicorno; divorerà le nazioni sue nemiche, spezzerà le loro ossa e le trafiggerà con le sue frecce”.
  • Giobbe 39:9: “L’unicorno sarà disposto a servirla o a rimanere nella sua culla?”.
  • Giobbe 39:10: “Puoi tu legare l’unicorno con la sua fascia nel solco? O arerà le valli dopo di te?”.
  • Salmi 29:6: “Li fa anche saltare come un vitello; Libano e Sirion come un giovane unicorno”.
  • Salmi 92:10: “Ma il mio corno lo esalterai come il corno di un unicorno; sarò unto con olio fresco.
  • Deuteronomio 33:17: “La sua gloria è come la primogenitura del suo giovenco, e le sue corna sono come le corna degli unicorni; con esse spingerà i popoli fino alle estremità della terra; e sono le diecimila di Efraim, e sono le migliaia di Manasse”.
  • Salmi 22:21: “Salvami dalla bocca del leone, perché mi hai ascoltato dalle corna degli unicorni”.
  • Isaia 34:7: “Gli unicorni scenderanno con loro e i giovenchi con i tori; la loro terra sarà bagnata di sangue e la loro polvere sarà ingrassata di grasso”.

Resti fossili e scheletri

Mentre i cavalli hanno un’ampia documentazione fossile, non ci sono fossili confermati di unicorni. Ma questo non ha impedito alle persone di cercare di trovare resti di unicorno.

Leggi di più  10 Migliori razze di cavalli da guida per tirare una carrozza

Uno dei personaggi principali del libro Creature notevoli di Tracy Chevalier è basato sulla vita della paleontologa inglese Mary Anning. Anning raccoglieva fossili, ma non capiva cosa fossero le creature fossilizzate. Per esempio, i fossili che oggi conosciamo come cefalopodi erano ritenuti serpenti arrotolati. Sono stati trovati anche gusci di cefalopodi dritti e molti pensavano che fossero corna di unicorno.

Sono stati scoperti anche diversi scheletri di unicorno, ma tutti sono stati considerati falsi. Nel 1600, lo scienziato e inventore tedesco Otto von Guericke creò un finto scheletro di unicorno con ossa locali trovate in una grotta. E uno schizzo basato sul modello fu persino incluso in un libro di storia naturale scritto nel 1700. Non si sa se il falso originale sia stato creato per divertimento o se il creatore pensasse di costruire un vero unicorno.

Avvistamenti di unicorni

Molte persone affermano di aver visto gli unicorni di persona. Nel 1991, il naturalista austriaco Antal Festetics ha detto di aver visto un unicorno mentre andava a cavallo nelle Montagne Harz, anche se non ha offerto alcuna prova dell’incontro. E nel 2010, l’Ontario Science Centre di Toronto ha condiviso il filmato di un avvistamento di unicorno, che in seguito è stato considerato una bufala. Nel filmato, l’andatura dell’unicorno sembra un po’ legnosa, a differenza dell’andatura fluida di un cavallo.

Creare unicorni

È possibile manipolare le gemme delle corna di bovini e capre – e probabilmente anche di altri animali con le corna – in modo che si attorciglino per creare l’aspetto di un unicorno. Allo stesso modo, l’unicorno di Prato, un cervo con un solo corno al centro della testa, è stato avvistato in Italia nel 2008. Sebbene siano rare, queste cose accadono, dando forse origine al mito dell’unicorno.

Leggi di più  10 Migliori razze di cavalli da guida per tirare una carrozza

Unicorni marini

Un animale si presenta con il suo corno singolo in modo onesto. Il narvalo – o Monodon monoceros, che significa “balena con un solo dente” – ha quello che sembra essere un corno lungo che sporge dalla fronte. In realtà, questo dente sporge attraverso una fessura nel labbro superiore. Non si tratta quindi di un vero e proprio corno, e per gli scienziati non è del tutto chiaro a cosa serva questa zanna.

- Advertisement -