CaniCome iniziareI microchip causano il cancro negli animali domestici?

I microchip causano il cancro negli animali domestici?

Ogni anno, gli animali domestici di tutto il mondo vengono microchippati e, con i proprietari sempre più istruiti su questa opzione, il numero continua a crescere. Sfortunatamente, ci si chiede ancora se i microchip possano potenzialmente causare il cancro. Parleremo di cos’è un microchip, di cosa dimostrano gli studi, se la microchippatura del suo animale domestico è un metodo di identificazione sicuro e se i benefici superano i rischi.

Cosa c’è da sapere sulla microchippatura del suo cane

Che cos’è un microchip?

Il microchip è un piccolo chip elettronico (delle dimensioni di un chicco di riso), racchiuso in una custodia di vetro, che viene impiantato nel suo animale domestico dal veterinario. Questo chip, chiamato anche transponder, si attiva quando uno scanner passa sopra l’area. Le onde radio emesse dallo scanner attivano effettivamente il chip. Il chip trasmette allo scanner un numero di identificazione unico, che viene poi visualizzato sullo schermo dello scanner. Se il suo animale domestico viene smarrito e portato in un rifugio o in un ufficio veterinario, viene automaticamente scansionato per trovare un microchip e, a condizione che le sue informazioni siano accurate, potrà ricongiungersi con lui.

Come viene posizionato un microchip?

Poiché il microchip è così piccolo, può essere impiantato praticamente in qualsiasi tipo di animale, a qualsiasi età. Il piccolo chip viene iniettato sotto la pelle con un grosso ago ipodermico. Alcuni proprietari scelgono di aspettare che il loro animale venga sottoposto alla procedura di sterilizzazione o castrazione, perché ritengono che l’ago grande possa fargli male. Ma il tutto avviene così rapidamente che, una volta che si accorgono di essere stati punti, è tutto finito. Una volta posizionato, si assicuri di farlo registrare con informazioni come il suo nome, il numero di telefono e l’indirizzo. Gli animali domestici sfollati che hanno un microchip hanno maggiori possibilità di essere ricongiunti ai loro proprietari, quindi il posizionamento precoce è sempre una buona idea.

Leggi di più  Cosa fare se ha perso il suo cane

Cosa dimostrano gli studi?

Secondo l’Associazione Medica Veterinaria Americana:

  • La British Small Animal Veterinary Association (BSAVA) gestisce un database di reazioni avverse ai microchip. Da quando il database è stato creato nel 1996, oltre 4 milioni di animali sono stati microchippati e sono state segnalate solo 391 reazioni avverse. Di queste reazioni, la migrazione del microchip dal sito di impianto originale ha avuto il numero più alto di segnalazioni, mentre la formazione di tumori ha avuto numeri molto più bassi.
  • Ci sono state alcune vecchie segnalazioni di topi e ratti che hanno sviluppato un cancro con microchip impiantati. Tuttavia, la maggior parte di essi veniva utilizzata per studi sul cancro quando sono stati trovati i tumori, e i ceppi di topi e ratti utilizzati negli studi erano noti per essere più inclini a sviluppare il cancro.
  • Sono stati segnalati tumori associati ai microchip in due cani e due gatti, ma in almeno un cane e un gatto, il tumore non poteva essere direttamente collegato al microchip stesso, ed è possibile che sia stato causato da qualcos’altro.

I microchip sono sicuri?

Attualmente, i casi di reazioni avverse ai microchip sono segnalati solo negli Stati Uniti. Ma sulla base delle informazioni riportate nel Regno Unito, l’AVMA afferma che il rischio per gli animali domestici è molto basso ed è di gran lunga superato dal beneficio di ritrovare l’animale in caso di smarrimento. Pertanto, l’AVMA raccomanda i microchip per un’identificazione sicura e permanente.

I benefici superano i rischi?

La risposta è sì. Ma elencheremo comunque alcuni dei potenziali rischi.

Benefici

  • L’inserimento di un microchip è un processo facile e veloce.
  • Fornisce un’identificazione permanente che non può cadere, essere rimossa o diventare impossibile da leggere.
  • Milioni di animali domestici sono stati microchippati senza che siano stati segnalati problemi significativi.
  • Sono relativamente poco costosi e, con lo scanner giusto, possono essere letti in tutto il mondo.
  • Sono progettati per durare tutta la vita del suo animale domestico.
  • E la cosa più importante: migliaia di animali domestici sono stati ricongiunti ai loro proprietari grazie ai loro microchip registrati.
Leggi di più  È giusto vestire il proprio cane?

I rischi

  • Potenziale di lesioni o infezioni
  • Rara incidenza di migrazione di un microchip dalla sua posizione originale
  • E, come detto in precedenza, l’incidenza molto bassa di formazione di tumori nel punto in cui è stato impiantato il microchip.

Altre cose da considerare

  • La preghiamo di registrare il microchip del suo animale domestico con un numero di telefono e un indirizzo aggiornati. Questo è l’unico modo per riunire lei e il suo animale in caso di smarrimento.
  • Si assicuri che il microchip del suo animale sia stato impiantato da un veterinario. Il 15 agosto è il “Check the Chip Day”, quindi approfitti di questo momento per visitare il suo veterinario e assicurarsi che il microchip del suo animale domestico funzioni ancora correttamente. È anche un ottimo momento per aggiornare tutte le informazioni rilevanti.

Riferimenti

“Quali sono i vantaggi dei microchip? Petfinder”. Petfinder, 2020, https://www.petfinder.com/dogs/lost-and-found-dogs/pet-microchip-advantages/.

- Advertisement -