I camaleonti sono creature straordinarie, ma non sono i migliori animali per tutti. Dal momento che i loro requisiti di cura sono abbastanza specifici e sono facilmente stressati, i camaleonti non sono per l’erpetologo principiante. 

Ma i veri camaleonti (noti anche come camaleonti del vecchio mondo) noti per la loro capacità di cambiare colore, rendono affascinanti animali domestici per coloro che sono all’altezza della sfida.

Camaleonte Comportamento e temperamento

I giovani camaleonti sono solitamente di un grigio opaco / marrone e possono cambiare un po ‘le sfumature. A circa cinque mesi di età, il colore adulto e la capacità di cambiare colore si sviluppano e si può vedere una gamma di colori tra cui verde, blu-verde, turchese e nero.

Il cambio di colore offre mimetizzazione, regolazione della temperatura e un mezzo per comunicare con altri camaleonti. I colori cambiano in risposta all’eccitazione, allo stress, alla temperatura, alle condizioni di illuminazione, alla presenza di un altro camaleonte e ad altre influenze.

Generalmente, un camaleonte dal marrone scuro al nero è sottolineato, con i colori più brillanti che riflettono uno stato d’animo più felice.

I camaleonti usano la loro lingua per catturare la preda. La lingua di un camaleonte può essere fino a 1,5 volte la lunghezza del suo corpo, permettendo ai camaleonti di catturare gli insetti da una certa distanza. Mangiano principalmente insetti, ma alcuni mangeranno la vegetazione e piccoli invertebrati. 

I piedi del camaleonte hanno tre dita rivolte in una direzione e due che puntano nella direzione opposta, che dà loro una buona presa sui rami degli alberi su cui trascorrono la maggior parte del loro tempo. Molte specie hanno anche code prensili. Hanno occhi globulari che ruotano come torrette e si muovono indipendentemente, permettendo loro di scansionare un raggio ampio per cacciare il cibo e cercare i predatori.

Leggi di più  Stabyhoun (Staby): Profilo della razza del cane

Scegliere un camaleonte

Quando selezioni un camaleonte domestico, è meglio trovare un allevato in cattività. Gli esemplari catturati in natura sono di solito estremamente stressati, trasportano un pesante carico di parassiti e hanno difficoltà ad adattarsi alle condizioni di cattura.

I camaleonti non sono i rettili più difficili, né i più facili da mantenere, e iniziare con un animale domestico stressato non farà che peggiorare le cose. Inoltre, la cattura e la spedizione di camaleonti (che per fortuna sono regolati più strettamente) provocano la morte di molti animali. Molti altri muoiono in transito piuttosto che arrivare al negozio di animali.

Una volta trovato un camaleonte allevato in cattività, osservali. Dovrebbero essere luminosi e attivi, in grado di cambiare i colori e avere un corpo ben formato. Essendo animali territoriali e solitari, i camaleonti dovrebbero essere tenuti da soli; i maschi sono particolarmente aggressivi l’uno verso l’altro.

Custodire un camaleonte domestico

Le abitudini naturali dei camaleonti li rendono difficili da curare. I camaleonti sono arboricoli, nel senso che vivono esclusivamente sugli alberi. Hanno bisogno di gabbie con fogliame ampio per arrampicata e privacy, e il recinto deve essere abbastanza grande.

Per i camaleonti più grandi dovrebbe essere fornita una gabbia che misura 3 piedi per 3 piedi per 4 piedi, ma più spazio è, meglio è. È necessaria un’ampia ventilazione e una gabbia schermata su tre lati è la cosa migliore con fili in polistirolo o rivestiti in vinile per prevenire lesioni alle dita dei piedi.

Rami di vari diametri devono essere previsti per l’arrampicata e la maggior parte dello spazio della gabbia deve essere riempita con questi rami o fogliame vivo. Assicurarsi che le piante non siano tossiche, in quanto il camaleonte può mangiare il fogliame. 

Leggi di più  La vitamina D è tossica per i cani?

Il substrato costituito da piccole particelle (ghiaia, sabbia, corteccia o muschio) dovrebbe essere evitato per evitare che il camaleonte lo mangi accidentalmente mentre cattura la preda. Nell’alloggiamento di un camaleonte devono essere fornite anche diverse aree basking di varie temperature. Alcuni camaleonti sono più felici a temperature più elevate, altri a temperature più basse. Assicurati di ricercare le specifiche per la tua razza.

I camaleonti prendono l’acqua dalle goccioline sulle foglie, di norma non prelevano l’acqua da un piatto. Un adeguato apporto d’acqua deve essere fornito attraverso un sistema di gocciolamento o appannando la custodia almeno due volte al giorno.

I sistemi di gocciolamento possono essere acquistati o modellati da un contenitore per l’acqua con uno spillo posto sopra la gabbia, o anche posizionando dei cubetti di ghiaccio sopra la gabbia per fondere lentamente e gocciolare nella gabbia. Se viene utilizzato un sistema di gocciolamento, mantenere la posizione di irrigazione coerente in modo che il camaleonte sappia dove trovare l’acqua. La nebulizzazione aiuterà anche a mantenere alto il livello di umidità.

Con un sistema di gocciolamento, l’acqua in eccesso deve essere raccolta e rimossa per evitare che l’umidità diventi troppo alta.

Illuminazione

I camaleonti hanno bisogno di esposizione ai raggi UVA e UVB. Inoltre, consentendo una certa esposizione alla luce solare naturale attraverso una finestra aperta (il vetro filtra quasi tutte le radiazioni UV necessarie) contribuirà a mantenere i camaleonti felici e sani. Le luci UVB dovrebbero essere accese da 10 a 12 ore al giorno. Segui le indicazioni del produttore per assicurarti di non provocare ustioni termiche sul tuo camaleonte.

Cibo e acqua

I camaleonti sembrano fare meglio su una varietà di insetti, quindi dovresti cercare di nutrire quanti più tipi di insetti possibili per il tuo animale domestico. Grilli, vermi della farina, super vermi, vermi di cera, tarme di cera e scarafaggi sono tutti buoni oggetti da nutrire.

Leggi di più  Recensione di Pawbo Life Pet Camera

Il cibo preda deve essere caricato con l’intestino prima dell’alimentazione e deve essere spolverato con un calcio (specialmente per le femmine che depongono le uova) e con un supplemento di vitamina D. Alcuni nutrienti verdure a foglia verde (evitare spinaci, lattuga e cavoli) e altre verdure e frutta possono essere offerti in piccole quantità come i camaleonti occasionalmente li mangeranno.

Problemi di salute comuni

Molti camaleonti soffrono di carenze di calcio e vitamina A, di solito i risultati di una dieta povera. Sono anche inclini a putrefazione della bocca, o stomatite, un’infezione intorno alla bocca che mostra arrossamento e eccesso di saliva o sbavando.

Un altro disturbo comune tra i camaleonti è la malattia ossea metabolica. Questa condizione, che può essere fatale se non trattata in modo appropriato, fa sì che le ossa di un camaleonte diventino spugnose. Sembreranno letargici e potrebbero perdere l’appetito.

Come con qualsiasi condizione in cui il tuo animale domestico sembra malato o stressato, è meglio consultare un veterinario specializzato in rettili. Cerca di evitare i rimedi casalinghi prima di aver consultato un veterinario. 

Diverse specie di camaleonte

Ci sono diverse specie di camaleonti che sono popolari come animali domestici. Ecco alcune opzioni da considerare:

  • Camaleonte velato
  • Il camaleonte di Jackson
  • Camaleonte pantera

Puoi controllare i nostri altri profili di razza chameleon qui se stai ancora decidendo qual è l’animale giusto per te. 

A cura di Adrienne Kruzer, RVT