In molti casi, cani e gatti possono imparare a convivere in pace. Con pazienza e perseveranza, potresti essere in grado di insegnare a cani e gatti ad andare d’accordo (o almeno a farlo tollerare l’un l’altro) mentre in alcuni casi possono persino diventare amichevoli. Tuttavia, è importante capire che alcuni cani e gatti non si accetteranno mai completamente l’un l’altro e potrebbero non essere in grado di vivere insieme pacificamente. Ma prima di gettare la spugna, prenditi del tempo per provare a farlo funzionare. 

Perché i gatti e i cani spesso si scontrano

Cani e gatti sono entrambi creature predatori. In generale, sono geneticamente cablate per cacciare e inseguire creature più piccole. Questa preda varia da animale ad animale. Soprattutto nei cani, la razza ha un grande impatto sulla guida delle prede. Ad esempio, i terrier venivano originariamente allevati per cacciare e uccidere i parassiti. Se si vede un gatto, specialmente un piccolo gatto, questo istinto predatorio potrebbe entrare. Naturalmente, questo non vuol dire che i terrier non possano andare d’accordo con i gatti, ma iniziano con un po ‘di handicap.

D’altro canto, i gatti hanno meno probabilità di vedere i cani come prede a causa delle differenze di dimensioni. Tuttavia, un cucciolo o un cane di tipo “bicchier d’acqua” molto piccolo può certamente innescare l’istinto predatore di un gatto.

Il comportamento territoriale è comunemente mostrato da entrambi i cani e gatti. L’attuale abitante a quattro zampe della famiglia può sentirsi minacciato dalla presenza di un’altra creatura e diventare difensivo. Per inviare il messaggio che “questo è il mio territorio”, i gatti possono ringhiare e sibilare a un nuovo cane. I cani possono abbaiare e ringhiare in un nuovo gatto. Entrambe le specie possono urinare o defecare in modo improprio per marcare il proprio territorio e / o competere per l’attenzione dall’umano della famiglia. Quando si tratta di questo, un gatto residente ha spesso maggiori probabilità di mostrare un comportamento territoriale e difensivo nei confronti di un nuovo cane. È più probabile che un cane residente veda un nuovo gatto come preda e insegua quel gatto.

Prevenire la battaglia del cane contro il gatto

Nel tentativo di impedire a gatto e cane di scendere sulla zampa sbagliata, è importante aiutarli entrambi nella nuova situazione. Non buttare semplicemente il nuovo animale nel mix e sperare per il meglio. Prima che tu lo sai, la pelliccia volerà e qualcuno potrebbe farsi male seriamente. Invece, inizia lentamente. La parte più importante del processo è che devi sorvegliare direttamente entrambi gli animali domestici. Non ci dovrebbero essere contatti diretti senza supervisione finché non sarai sicuro che entrambi gli animali si comporteranno in modo appropriato.

Ricordati di essere al sicuro mentre sorveglia i tuoi animali domestici. Un cane o un cane agitato potrebbe erroneamente reindirizzare l’aggressività verso di te, e graffi o morsi sono le ultime cose di cui hai bisogno. Se necessario, indossa pantaloni lunghi, una camicia a maniche lunghe e un paio di guanti.

Le introduzioni dovrebbero essere fatte in fasi e ogni introduzione dovrebbe essere fatta quando tutti gli animali domestici sono il più calmi e rilassati possibile. Dopo un pasto potrebbe essere un buon momento per questo. Non c’è una formula esatta qui; puoi passare alla fase successiva quando ritieni che sia il momento giusto. Assicurati di mantenere il controllo. In caso di dubbi, è possibile eseguire il backup di un passaggio; questo processo può richiedere giorni, settimane o addirittura mesi.

Ecco come iniziare l’attento processo di introduzione di cani e gatti in modo che (si spera) possano andare d’accordo. 

Introduzioni di cani e gatti: fase uno

Il tuo cane o gatto residente dovrebbe essere inizialmente avvantaggiato. Quando porti il ​​nuovo animale domestico a casa, limita il nuovo animale domestico a una stanza della casa, mantenendo chiusa la porta di quella stanza. Il tuo altro animale domestico può avere la corsa del resto della casa. Quando sei lontano da casa, potrebbe essere meglio tenere l’animale domestico lontano dalla porta chiusa dove si trova il nuovo animale domestico. Questo può o non può essere fattibile in base alla configurazione della tua casa.

Per i primi giorni, consentire a ciascun animale di scoprire gradualmente i profumi e i suoni dell’altro (tra la porta chiusa, ovviamente). Premia ogni animale con elogi e leccornie se reagisce con calma curiosità o semplicemente con comportamento neutro. Se qualcuno mostra aggressività, ansia o comportamento eccitato, rimuovi immediatamente quell’animale dalla situazione. Cerca di distogliere la sua attenzione su qualcosa come un giocattolo.

Speriamo che, dopo uno o due giorni di questo, ogni animale sarà in grado di tollerare la presenza dell’altro senza una reazione eccessiva. Preparati, perché potrebbe richiedere più tempo. Una volta che sei a tuo agio, passa al passaggio successivo.

Introduzioni di cani e gatti: fase due

Ora che sono stati in grado di percepire, annusare e ascoltarsi a vicenda, è tempo di permettere loro di vedersi. Prendi un cancello per animali domestici o un cancelletto per bambini che puoi installare sulla soglia della stanza in cui si trova il nuovo animale domestico. Funziona meglio se hai un altro umano che può aiutarti. In questo modo, ogni animale viene supervisionato direttamente.

Entrambi gli animali devono essere a una distanza ragionevole l’uno dall’altro su entrambi i lati della porta. Offrire dolcetti, lodi e pet gentilmente ogni animale mentre si apre lentamente la porta (con il cancello in posizione e chiuso). Non fare un grosso problema, basta mantenere l’umore calmo e permettere a ogni animale di scoprire la porta aperta da una certa distanza. Di nuovo, se uno dei due animali diventa vocale, aggressivo, ansioso o eccitato, togli immediatamente quell’animale dalla situazione e distrae la sua attenzione su qualcosa come un giocattolo.

Ripeti questo esercizio più volte al giorno per uno o più giorni. Di nuovo, puoi passare al punto successivo quando senti che entrambi gli animali domestici possono vedersi senza una reazione esagerata.

Introduzioni di cani e gatti: fase tre

Questo è molto simile alla seconda fase, tranne che ora vuoi lasciare che ciascun animale si avvicini al cancello. Come sempre, mantenere il controllo su ogni animale. Il cane dovrebbe essere al guinzaglio. Affrontare il cancello dovrebbe essere prevenuto e fortemente scoraggiato. Se il tuo gatto è a suo agio con un’imbracatura, metti lui o lei su quella bardatura e attacca il guinzaglio. Altrimenti, stai molto vicino al gatto. Non permettere a lui o lei di saltare sopra o sopra il cancello.

Stai molto attento a non ferirti. Se il tuo gatto sibilava o sputava contro il cane e lo prendi, potresti facilmente essere morso o graffiato. Al gatto e al cane non dovrebbe essere permesso di toccarsi l’un l’altro, dovrebbero solo essere autorizzati ad avvicinarsi. Se la calma e le reazioni desiderabili continuano per entrambi gli animali in uno o più giorni, sei pronto per passare alla fase quattro.

Introduzioni di cani e gatti: fase quattro

In questa fase finale di presentazioni, il gatto e il cane possono essere nella stessa stanza insieme mentre sono sorvegliati. A questo punto, il cane dovrebbe essere ancora al guinzaglio. In generale, il gatto ha un rischio maggiore di essere ferito, quindi dovrebbe o probabilmente dovrebbe avere un vantaggio qui ed essere in grado di scappare se necessario (indipendentemente dal fatto che il gatto abbia vissuto o meno in casa prima).

Tieni brevi sessioni in cui entrambi gli animali domestici si trovano nella stessa stanza. Tratta le loro reazioni nello stesso modo in cui facevi nei passaggi precedenti. Aumentare gradualmente i tempi di queste sessioni, ogni volta lasciando che gli animali si avvicinino l’un l’altro. Questa fase finale potrebbe durare più a lungo e, durante questo periodo, gli animali domestici dovrebbero essere separati quando lasciati soli.

Accordi di vita a lungo termine

Col tempo, potresti scoprire che il tuo cane e il tuo gatto imparano semplicemente a tollerarsi l’un l’altro. Se sei fortunato, diventeranno amici. In alcuni casi, il gatto e il cane non possono mai essere tranquillamente lasciati soli insieme. Usa il tuo miglior giudizio in queste situazioni e ricorda: meglio essere sicuri che dispiaciuti!

Indipendentemente dal risultato, assicurati che la tua casa sia predisposta per consentire al gatto di avere una ritirata senza cani. Il cibo, l’acqua e la lettiera del tuo gatto dovrebbero essere tutti tenuti in modo permanente in un’area a cui il cane non può accedere. Inoltre, potresti voler addestrare il tuo cane a tenere le cose al sicuro mentre te ne vai. Come sempre, assicurati che i tuoi animali domestici abbiano un sacco di stimoli mentali e fisici sotto forma di esercizio fisico, giocattoli coinvolgenti e un allenamento adeguato. 

Articolo precedenteIdentificazione, localizzazione e polimerizzazione della tensione vagante in un acquario marino
Articolo successivoEvacuazione delle conchiglie nei granchi eremiti