Affronta l’argomento dell’utilizzo di candeggina per pulire un acquario e seguirà sicuramente una discussione accesa sulla sicurezza. La candeggina è sicura o no? La risposta è si; se usato in concentrazioni appropriate, la candeggina è sicura per l’uso in acquario.

Per coloro che non credono in questa affermazione, ecco un altro fatto che dovresti sapere: la candeggina è il metodo approvato dai CDC (Centers for Disease Control) per sanificare l’acqua potabile dopo i disastri. Sì, molte migliaia di persone hanno partecipato all’acqua trattata con candeggina e non hanno causato disastri sanitari. La candeggina è una sostanza chimica perfettamente accettabile da utilizzare a scopo di disinfezione, purché sia ​​usato correttamente e nelle proporzioni corrette. La candeggina (dopotutto) contiene una forma concentrata dello stesso cloro che viene utilizzato per disinfettare la maggior parte dell’acqua potabile urbana. 

Detto questo, se usato nella concentrazione sbagliata o se combinato con altri prodotti chimici, la candeggina può essere pericolosa. Quindi, qual è – sta usando candeggina sicura o no? Se segui le regole, la candeggina è sicura per pulire il tuo acquario, le attrezzature e persino le piante. Disinfetterà in modo sicuro ed efficace vetro, attrezzature e accessori nel tuo acquario. 

Candeggina sicurezza

Ci sono un paio di regole critiche da tenere presenti quando si usa la candeggina. Seguili e non devi preoccuparti di farti del male o del tuo pesce.

  • Non mescolare candeggina con altri prodotti chimici. Ciò include sapone, prodotti chimici per acquari o altri prodotti per la pulizia. Utilizzare solo candeggina e acqua naturale.
  • Non usare candeggina in concentrazioni superiori al dieci percento.
  • Non immergere nulla in candeggina per più di quindici minuti.
Leggi di più  I cani possono mangiare i gamberetti?

Come candeggiare

Preparare una soluzione di candeggina al 10% mescolando nove parti di acqua con una parte di candeggina (9: 1) in un secchio o contenitore pulito (esempio: mescolare 9 tazze di acqua con 1 tazza di candeggina). Immergere gli elementi dell’acquario nella soluzione e immergere per dieci-quindici minuti. Se si pulisce un acquario, basta riempire l’acquario con la soluzione di candeggina al 10%.

Dopo l’immersione, scaricare la soluzione di candeggina, sciacquare il contenitore e riempirlo con acqua pulita. Mettere gli oggetti nell’acqua pulita e lasciare in ammollo per altri quindici minuti nell’acqua fresca. Risciacquare bene ancora con acqua pulita e lasciare asciugare completamente tutto all’aria. La chiave qui è nel risciacquo completo. Se risciacquato correttamente, tutta la candeggina residua viene neutralizzata e rimossa. 

Cosa candeggiare

Puoi tranquillamente pulire la maggior parte degli articoli non porosi nel tuo acquario con candeggina. Quello include:

  • Acquario (vetro o plexiglass)
  • Attrezzature e componenti per acquari non porosi, come i tubi del filtro
  • Piante di plastica (la candeggina è fantastica per uccidere le alghe sulle piante artificiali)
  • Ghiaia e rocce

Evitare l’uso di candeggina su piante di seta e ghiaia o decorazioni dai colori vivaci, in quanto li sbiadirà. Inoltre, evitare il legno e altri oggetti porosi che possono assorbire e trattenere la candeggina.

Depositi minerali (calce)

Se il problema principale di pulizia è costituito da depositi minerali bianchi e croccanti, non preoccupatevi nemmeno di tirare fuori la candeggina. Invece vai fuori dall’aceto: funziona alla grande! I prodotti per la pulizia commerciale pubblicizzati per la pulizia degli acquari sono venduti, ma in realtà, tutto ciò di cui avete bisogno sono questi prodotti comuni già nel vostro armadietto della cucina. 

Leggi di più  10 razze di cani più teneri che devi conoscere