HomeUncategorizedVermi e parassiti intestinali nei cani

Vermi e parassiti intestinali nei cani

Probabilmente hai sentito che i cani possono ottenere vermi. Potresti anche aver visto vermi nelle feci del tuo cane. Cosa dovresti fare se il tuo cane avesse dei vermi? Ancora più importante, in che modo puoi proteggere il tuo cane dall’avere vermi in primo luogo?

Il tuo veterinario è la migliore risorsa per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione dei parassiti intestinali comuni. Ricorda che le visite veterinarie di routine sono fondamentali per mantenere sano il tuo cane. Assicurarsi sempre di comunicare con il veterinario e segnalare eventuali sintomi di malattia il più presto possibile.

Tutti i cani possono avere parassiti intestinali, ma alcuni cani sono più vulnerabili di altri. Lo stile di vita e l’uso regolare (o non uso) di farmaci preventivi di routine giocano un ruolo importante nel determinare il rischio di un cane di contrarre un parassita intestinale. Alcuni parassiti intestinali possono rappresentare un rischio per l’uomo.

  • 01 di 04

    ascaridi

    Nematodi (Toxocara canis, Toxascaris leonine) sono i tipi più comuni di parassiti intestinali osservati nei cani. Sono particolarmente comuni nei cuccioli.

    I nematodi adulti vivono nei tratti intestinali dei loro ospiti, consumando il cibo di quell’ospite. Il nematode adulto è rotondo, di colore da bianco a marrone chiaro, e lungo parecchi pollici. Questi vermi assomigliano molto agli spaghetti o ai capelli d’angelo.

    I cani adulti ricevono i nematodi dall’ingestione delle larve di nematodi, di solito da terreni contaminati o prede infette (come un topo o altri piccoli mammiferi).

    I cuccioli nascono con i nematodi dopo averli contratti dall’utero della madre durante la gestazione. Inoltre, i cuccioli infermieri possono ingerire larve di vermi nel latte materno.

    Una volta ingerite, le larve si dirigono verso il fegato del cane. Mentre si sviluppano in vermi adulti, viaggiano verso i polmoni, vengono tossiti dal cane e poi deglutiti. I nematodi adulti vivono negli intestini del cane. Le loro uova sono versate nelle feci del cane e si trasformano in larve. Il ciclo di vita si ripete quando un altro ospite ingerisce le larve.

    Sintomi di infezione da ascaridi includono diarrea, vomito, aspetto panciuto, tosse (i cani possono tossire o vomitare vermi), perdita di peso e pelo opaco. All’inizio molti cani non mostrano segni di infezione.

    Diagnosi coinvolge l’ufficio del veterinario che raccoglie un campione di feci e che esegue un test di laboratorio chiamato flottazione fecale. Le uova di nematodi si vedono tipicamente al microscopio nelle feci se nell’intestino tenue sono presenti i nematodi adulti.

    Trattamento di nematodi comporta più dosi orali di un farmaco vermifugo. Deworming uccide solo i vermi nel tratto intestinale, quindi sono necessarie dosi ripetute per uccidere vermi adulti di recente sviluppo. Poiché i cuccioli sono così comunemente colpiti, vengono regolarmente sverminati (indipendentemente dal fatto che le uova siano viste al microscopio) durante i loro primi set di vaccini da cucciolo. Si noti che non tutti i dewormer da banco sono efficaci. Il tuo veterinario è la migliore fonte per questo farmaco. Nota: diversi tipi di prevenzione della dirofilaria proteggono anche contro i nematodi.

    zoonosi: Gli esseri umani possono contrarre i nematodi attraverso il contatto con il suolo contaminato, portando potenzialmente a una condizione grave chiamata Visceral Larva Migrans. Indossare sempre i guanti durante la manipolazione di qualsiasi terreno, in particolare quello che potrebbe essere venuto a contatto con le feci dei cani. I bambini sono particolarmente a rischio.

  • 02 di 04

    anchilostomi

    Hookworms (Ancylostoma caninum, Ancylostoma braziliense) sono un altro tipo comune di parassiti intestinali che colpiscono cani e cuccioli. L’anchilostoma si attacca alla mucosa intestinale del suo ospite con i suoi denti aguzzi e succhia il sangue dell’ospite per il sostentamento. I nematodi sono significativamente più piccoli degli ascaridi e solitamente non si vedono nelle feci o nel vomito.

    I cani adulti ottengono anchilostomi dal contatto con il terreno contaminato che contiene larve di anchilostoma. Le larve possono entrare nel cane scavando attraverso la pelle o i piedi quando un cane giace a terra. Oppure, il cane può ingerire le larve dopo il contatto con il terreno contaminato, spesso durante la pulizia. Come nel caso dei nematodi, i cuccioli infermieri possono ingerire larve di anchilostomaco nel latte materno.

    Molte larve di anchilostomi si sviluppano in vermi adulti nell’intestino tenue, ma alcuni viaggiano verso i polmoni, diventano tossiti dal cane e poi deglutiti (simile ai nematodi). Gli anchilostomi adulti vivono e si accoppiano nell’intestino tenue del cane. Le loro uova vengono rilasciate nell’ambiente attraverso le feci del cane. Le uova dell’anchilostoma si sviluppano in larve e vivono nel terreno. Il ciclo di vita si ripete.

    segni di infezione da anchilostoma comprendono pallide membrane mucose e debolezza (a causa di anemia). Alcuni animali avranno diarrea e / o perdita di peso. All’inizio molti cani non mostrano segni di infezione. Essere consapevoli del fatto che l’infezione da anchilostomi può essere molto pericolosa per i cuccioli giovani a causa della quantità di perdita di sangue che può verificarsi.

    Diagnosi può essere fatto dopo aver raccolto un campione di feci e aver eseguito un test di laboratorio chiamato flottazione fecale (come con i nematodi). Le uova dell’anchilostoma si vedranno tipicamente al microscopio se nell’intestino tenue sono presenti anchilostomi adulti.

    Trattamento di ancilostomi è simile a quella dei nematodi. Devono essere somministrate più dosi orali di un farmaco per la cura della vermifugazione poiché il dewormer può solo uccidere i vermi nel tratto intestinale. Il dewormer che viene tipicamente somministrato durante i vaccini dei cuccioli tratta anche i anchilostomi. Non tutti i dewormer da banco sono efficaci, quindi chiedi al tuo veterinario circa il farmaco giusto. Nota: diversi tipi di prevenzione della dirofilaria proteggono anche contro i nematodi.

    zoonosi: Gli esseri umani possono ottenere anchilostomi attraverso il contatto con il suolo contaminato. Le larve di anchilostomi possono penetrare nella pelle, portando potenzialmente a una condizione relativamente minore ma piuttosto scomoda chiamata Larva migranta cutanea. Evitare di camminare a piedi nudi in aree in cui gli animali domestici potrebbero aver defecato una volta (comprese le spiagge). Indossare sempre i guanti durante la manipolazione di qualsiasi terreno, in particolare quello che potrebbe essere venuto a contatto con le feci dei cani. I bambini non dovrebbero mai giocare o sedersi in aree dove gli animali potrebbero averli defecati una volta.

  • 03 di 04

    tricocefali

    Whipworms (Trichuris vulpis) sono un altro tipo di parassiti intestinali che colpiscono comunemente i cani. Il tricocefalo vive nell’intestino crasso, dove morde il tessuto e ne incorpora la testa all’interno. Come l’anchilostoma, il tricocefalo succhia il sangue dell’ospite per il suo sostentamento. Le tricocefali sono persino più piccole dei nematodi e raramente visibili nelle feci. Un’estremità del corpo del verme è ampia mentre il resto si assottiglia verso una stretta testa simile a una frusta, da cui il nome “tricocefalo”.

    I cani ottengono tricocefali dall’ingestare le uova tricocefali che vivono nel terreno. Questo di solito accade attraverso l’auto-cura. Le uova tricocefali passano attraverso il tratto GI superiore e si schiudono in larve nell’intestino tenue. Successivamente, le larve si spostano verso il cieco o l’intestino crasso dove si sviluppano in tricocefali adulte. Lo sgabello del loro cane delle uova. Le uova di tricocefali possono rimanere dormienti nel terreno per anni fino a quando non vengono consumate da un nuovo ospite. Quindi, il ciclo di vita viene ripetuto.

    segni di infezione da tricocefalo potrebbe non essere presente in un primo momento. In genere, la diarrea sanguinolenta si sviluppa con il peggioramento dell’infezione, che può portare a diarrea cronica sanguinolenta. L’anemia è possibile, sebbene non sia così comune con l’infezione da tricocefalo come con l’infezione da anchilostoma. Un’infezione da tricocefali può anche diventare abbastanza grave da causare uno squilibrio elettrolitico grave.

    Diagnosi  di un’infezione da tricocefali può essere difficile perché le tricocefali non depongono le uova continuamente come fanno i nematodi e gli anchilostomi. Il tuo veterinario eseguirà un test di laboratorio chiamato flottazione fecale (come con nematodi e anchilostomi). Le uova tricocefali possono o non possono essere viste al microscopio se sono presenti tricocefali adulti nell’intestino tenue. Una mancanza di uova nel campione di feci non esclude definitivamente l’infezione da tricocefali. Il veterinario può raccomandare test fecali ripetuti se si sospettano trombosi.

    Trattamento di tricocefali è simile a quella di nematodi e ancilostomi. Deve essere somministrata una dose multipla di un farmaco speciale per la cura del vermifugo. I dewormers da banco non sono efficaci, quindi il veterinario deve fornirti il ​​farmaco giusto. A causa del lungo ciclo vitale del tricocefalo, il trattamento viene in genere ripetuto mesi dopo. Nota: alcuni tipi di prevenzione filaria proteggono anche da tricocefali.

    zoonosi: Fortunatamente, il tipo di tricocefalo che colpisce i cani è raramente trasmissibile agli esseri umani. Tuttavia, dovrebbero essere prese precauzioni per evitare il contatto con le feci dei cani o il terreno contaminato.

  • 04 di 04

    tenie

    Tenie (Dipilidium caninum) sono parassiti intestinali che colpiscono comunemente i cani. Sono vermi lunghi, piatti (a nastro) che si attaccano all’intestino tenue del loro ospite. Un corpo tenia è lungo diversi centimetri ma consiste di più segmenti che crescono sulla testa e sul collo del verme. Ogni segmento ha il suo tratto riproduttivo.

    I cani prendono tenie da ingerire le pulci. Quando le uova delle pulci si schiudono, consumano sporco e detriti. Se presenti, consumeranno anche uova tenia. Le pulci larvali si sviluppano in adulti mentre le uova di tenia si sviluppano all’interno delle pulci. Le pulci adulte saltano su un ospite (di solito un cane o un gatto). L’animale mastica se stesso e consuma la pulce adulta, quindi la tenia in via di sviluppo viene rilasciata nell’ospite. La giovane tenia si attacca all’intestino tenue e cresce in segmenti.

    I segmenti finali sono sacche di uova che alla fine si staccano e si fanno strada dal retto dell’ospite verso l’ambiente. Il segmento della tenia, che ricorda un chicco di riso o un seme di sesamo, si rompe e le uova vengono rilasciate. Se le uova delle pulci sono presenti anche nell’ambiente, il ciclo di vita viene ripetuto. Pertanto, le tenie passano solo da un animale domestico ad un animale tramite pulci.

    segni Raramente si vedono nei cani affetti da tenie (ad eccezione dell’aspetto di segmenti simili a riso attorno all’ano dell’animale domestico e / o nelle feci.) Fortunatamente, questi parassiti non tendono a influenzare negativamente i cani, ma generalmente sono considerati cosmetici / igienici solo preoccupazione. Se qualche segno 

    Diagnosi di tenia è in genere fatta dopo che i segmenti piatti simili a riso sono visti dal proprietario o da un professionista domestico. Le uova di tenie appaiono raramente al microscopio quando si eseguono flottazioni fecali.

    Trattamento di tenie coinvolge una o più dosi di un farmaco speciale di vermifugo. Tipici dewormer da banco non sono efficaci. Il tuo veterinario deve fornirti il ​​farmaco giusto. Poiché le tenie si trasmettono attraverso le pulci, l’unico modo per prevenire la reinfezione è quello di eliminare le pulci. Potrebbe essere necessario ripetere la deperimento mentre si tenta di controllare le pulci. Si raccomanda l’uso di una prevenzione delle pulci mensile.

    zoonosi: Fortunatamente, il tipo di tenia che colpisce i cani non è direttamente trasmissibile agli esseri umani. Tuttavia, l’infezione da tenia può tecnicamente essere trasmessa agli esseri umani dall’ingestione accidentale di una pulce.

    NOTA: esiste un altro tipo di tenia che può influire sugli animali domestici: Tenia. Questo tipo di infezione è meno comune e contratta dopo che un animale domestico ha consumato un ospite intermedio come un coniglio o un topo. Fortunatamente, questo tipo di tenia non tende ad avere un effetto negativo sull’host. Inoltre, lo stesso farmaco che uccide Dipilidium caninum uccide anche Tenia

Stefanie Binder
Stefanie Binder
Amante della natura, ambientalista, veterinario.
RELATED ARTICLES