HomePesci e acquarijessie sanders<Come trattare l'anemia nei pesci

Come trattare l’anemia nei pesci

L’anemia nei pesci funziona in modo leggermente diverso rispetto agli umani. L’anemia del pesce non è comunemente causata da una carenza di ferro, ma da una carenza di proteine ​​dovuta a una dieta povera. La maggior parte delle volte, l’anemia si verifica quando si alimentano i vecchi fiocchi o pellet di pesce. Finché il tuo pesce ha ancora fame, questa è una soluzione relativamente semplice senza conseguenze a lungo termine. Se il tuo pesce si rifiuta di mangiare, avrai bisogno di assistenza veterinaria per rimetterlo in forma.

Cos’è l’anemia nel pesce?

L’anemia nei pesci, come in altre specie, è una mancanza di globuli rossi. Ci sono molte potenziali cause, tra cui l’insufficienza alimentare, i parassiti succhiatori di sangue, come le sanguisughe, i compagni di vasca aggressivi, i tumori e un sintomo secondario di molti processi patologici, inclusi alcuni virus. Indipendentemente dalla causa, la mancanza di globuli rossi ha un impatto diretto sull’aspetto e sul comportamento dei tuoi pesci.

Video In primo piano

Sintomi di anemia nei pesci

  • branchie pallide
  • letargia
  • Aumento della respirazione
  • Galleggiabilità negativa

Le branchie dei pesci dovrebbero essere rosse quando sono sane. Le branchie rosa pallido o bianche sono motivo di grave preoccupazione nei pesci. Le branchie possono essere pallide per molte patologie e non sono patognomoniche per l’anemia.

A seconda della tua specie, i tuoi pesci potrebbero non nuotare tutto il tempo. I pesci che vivono sul fondo, come il pesce gatto, e quelli con pinne lunghe, come i betta, non nuotano tanto quanto gli altri pesci e lunghi periodi di riposo sono normali.

La respirazione e lo sforzo sono altamente soggettivi. Se sospetti che i tuoi pesci abbiano difficoltà a respirare, confronta le loro branchie con quelle degli altri nella vasca. Puoi anche fare un breve video e usarlo per confrontare vari periodi.

Leggi di più  Come trattare le passere nei pesci

I disturbi dell’assetto possono verificarsi per molte ragioni. A seconda della specie del tuo pesce, potrebbe essere necessaria aria superficiale per gonfiare la vescica natatoria. Un pesce anemico può avere un disturbo dell’assetto secondario dovuto allo stress o secondario alla diminuzione dell’energia.

Cause di anemia

La causa più comune di anemia nei pesci da compagnia è una dieta povera. Molti proprietari di pesci non monitorano attentamente la dieta dei loro pesci e potrebbero nutrire cibi scaduti da tempo. Le proteine ​​sono necessarie in tutte le diete degli animali per produrre l’emoglobina, la molecola contenente ferro nei globuli rossi. Senza abbastanza proteine ​​nella dieta, l’animale non ha abbastanza emoglobina per trasportare l’ossigeno nel suo corpo. Altri segni di carenza proteica includono aumento della mortalità, marciume o erosione delle pinne, scoliosi, diminuzione delle condizioni corporee, letargia e aumento delle malattie secondarie.1

Tutti gli alimenti secchi per pesci dovrebbero essere nutriti per 6 mesi, quindi sostituiti. Dopo questo periodo, c’è una notevole perdita di vitamine idrosolubili, compresa la vitamina C. I cibi in fiocchi si deteriorano più velocemente delle diete rotonde e pellettate e dovrebbero essere sostituiti più frequentemente. A meno che il cibo non venga precongelato, non è una buona idea congelare la maggior parte del cibo per pesci; potrebbe diminuire il valore nutritivo.

I fabbisogni proteici per i pesci variano ampiamente e non sono disponibili molti studi scientifici per la maggior parte delle specie di pesci da compagnia ornamentali. Sono disponibili dati considerevoli per le specie allevate in acquacoltura che possono essere estrapolati a molte specie di animali da compagnia simili.2 Consultare uno specialista veterinario acquatico per determinare la dieta migliore per i propri pesci.

Leggi di più  Come trattare le passere nei pesci

Molti hobbisti sono pronti a saltare alla setticemia emorragica, un noto patogeno virale nei pesci rossi e idiopatico in alcune altre specie. Conosciuta anche come Cyprinid Herpesvirus-2 e virus della necrosi ematopoietica del pesce rosso, questa malattia è una malattia segnalabile dall’OIE ed estremamente rara nei pesci da compagnia.3 Anche altre malattie virali possono contribuire all’anemia in alcune specie di pesci e richiederanno test diagnostici utilizzando branchie, reni, milza o tessuti epatici per confermare.

Anche i pesci passivi in ​​vasche di specie miste con mangiatori aggressivi sono a rischio di anemia a causa della mancanza di cibo in generale. Durante il periodo di alimentazione, assicurati di distribuire gli alimenti in tutto il serbatoio, piuttosto che concentrarli in un’area. Ciò consentirà a tutti gli abitanti di ottenere la loro giusta quota.

Le sanguisughe acquatiche possono anche causare anemia nei pesci, sebbene non siano comuni nelle specie allevate in cattività. Le specie catturate in natura che trasportano sanguisughe possono vedere una notevole anemia da perdita di sangue. Più comunemente, le sanguisughe si trovano all’interno della bocca e dell’opercolo, il che le rende difficili da diagnosticare.

Trattamento

Una volta che l’anemia è stata diagnosticata nei tuoi pesci, dovresti concentrarti sulla correzione di eventuali patologie secondarie, come infezioni secondarie o disturbi dell’assetto e sull’integrazione alimentare. A seconda della gravità dell’anemia del tuo pesce, potrebbero essere necessari giorni, settimane o mesi per la risoluzione completa. Durante questo periodo di tempo, la gestione dello stress è fondamentale per supportare il recupero dei tuoi pesci. Ciò include il mantenimento di una buona chimica dell’acqua e la riduzione al minimo dell’aggressione di altri pesci.

Leggi di più  Come trattare le passere nei pesci

L’integrazione di ferro non sarà necessaria a meno che il tuo pesce non sia sufficientemente grande per assumere integratori orali sotto la direzione di un veterinario. Questo è raccomandato solo in casi di anemia molto grave con forte perdita di sangue. I livelli elevati di ferro nell’acqua sono considerati molto dannosi e possono portare a un aumento dell’incidenza di molti tumori4.

Come prevenire l’anemia

Come con la maggior parte delle patologie dei pesci, il modo migliore per prevenire l’anemia nei tuoi pesci è fornire un ambiente sano e una dieta fresca. Anche se non possiamo essere certi che una determinata dieta sia corretta al 100% per una particolare specie, fornire un contenuto adeguato di proteine, grassi e vitamine è fondamentale per la sopravvivenza di tutti i pesci. Discuti di eventuali problemi dietetici o di salute con il tuo veterinario acquatico per garantire la salute e il benessere generale dei tuoi pesci.

Fonti degli articoli Point Pet utilizza solo fonti di alta qualità, inclusi studi sottoposti a revisione paritaria, per supportare i fatti all’interno dei nostri articoli. Leggi il nostro processo editoriale per saperne di più su come controlliamo i fatti e manteniamo i nostri contenuti accurati, affidabili e affidabili.

  1. Consiglio NR, Agricoltura B su, Nutrizione S su F. Fabbisogno nutritivo del pesce. Stampa delle accademie nazionali; 1993.

  2. Oliva-Teles A. Nutrizione e salute dei pesci d’acquacoltura. Giornale delle malattie dei pesci. 2012;35(2):83-108.

  3. Haenen, O.L.M., et al. “Nuove infezioni virali che minacciano i pesci ciprinidi”. Bollettino della European Association of Fish Pathologists 36.1 (2016): 23-11.

  4. Weinberg, E. D. “Il ruolo del ferro nel cancro”. Rivista europea di prevenzione del cancro: la rivista ufficiale dell’Organizzazione europea per la prevenzione del cancro (ECP) 5.1 (1996): 19-36.

Stefanie Binder
Amante della natura, ambientalista, veterinario.
RELATED ARTICLES