HomeRettili e anfibiGechiI gechi leopardini hanno bisogno di UVB?

I gechi leopardini hanno bisogno di UVB?

Il geco leopardo è uno dei tipi più popolari di rettili da compagnia, soprattutto per i proprietari di rettili principianti e per i bambini. Sono in genere lucertole abbastanza resistenti, docili, hanno colori e motivi attraenti, non occupano molto spazio, sono silenziose e sono facilmente maneggiabili. Queste qualità li rendono anche i preferiti dagli erpetologi esperti. Ma mentre i gechi leopardini hanno la reputazione di essere facili da curare, hanno ancora esigenze ambientali specifiche. Gli elementi di calore e illuminazione, comprese le luci UVB, sono necessari per molti rettili, quindi è importante sapere esattamente di cosa hanno bisogno i gechi leopardo per prosperare.

Stile di vita del geco leopardo

I gechi leopardo sono rettili notturni originari del Pakistan, dell’India, dell’Afghanistan, dell’Iran e delle regioni limitrofe dove amano i deserti caldi, secchi e rocciosi e si nutrono di insetti. Trascorrono il loro tempo rinfrescandosi all’ombra durante il giorno e dormendo nelle tane. Poco prima del tramonto e dell’alba, queste piccole lucertole diventano più attive e iniziano a cacciare il cibo poiché le temperature sono più fresche. Ciò significa che non trascorrono molto tempo al sole, ma hanno comunque bisogno di mantenere la temperatura corporea dall’aria calda dell’ambiente. In cattività, i gechi leopardo non sono molto adatti per crogiolarsi sotto una luce poiché non sono diurni, ma hanno comunque bisogno di case calde come troverebbero in natura.

Di quale illuminazione hanno bisogno i gechi leopardini?

Poiché i gechi leopardo sono notturni, non sembrano aver bisogno di illuminazione UVB come fanno molti altri rettili, ma alcune ricerche mostrano che potrebbe comunque essere di beneficio. Si è scoperto che i giovani gechi leopardo che sono stati esposti a bassi livelli di raggi UVB durante i primi sei mesi della loro vita hanno livelli di vitamina D3 più alti rispetto a quelli che non sono stati esposti. Entrambi i gruppi di gechi hanno ricevuto vitamina D3 nella loro dieta e nessuno dei due ha avuto un apparente effetto negativo o positivo dall’ottenere o meno i raggi UVB. Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se questi livelli più elevati di vitamina D3 nel corpo sono di beneficio in altri modi, come il supporto immunitario o la densità ossea1.

Leggi di più  Come costruire un habitat favorevole per il tuo geco leopardo
Leggi di più  Gargoyle Gecko: Species Profile

Indipendentemente dal fatto che tu scelga o meno di fornire illuminazione UVB al tuo geco leopardo, dovresti sempre fornire luci di calore e una sorta di luce bianca su un ciclo di 12 ore. Le luci di calore dovrebbero fornire un gradiente di temperatura ambiente tra 78 e 90 gradi durante il giorno e il recinto non dovrebbe scendere sotto i 70 gradi di notte. La luce bianca può essere una semplice lampadina a incandescenza o fluorescente se la luce di calore non emette luce bianca. Questo per imitare il ciclo naturale giorno/notte per i modelli di comportamento del tuo geco.

Come si somministrano i gechi leopardati UVB?

Se vuoi fornire raggi UVB al tuo geco leopardo, il modo migliore è usare una lampadina speciale per rettili. la vitamina D3 e il calcio dovrebbero comunque essere somministrati al tuo geco leopardo sia nel carico intestinale che il suo cibo mangia o come una spolverata sugli insetti stessi, ma i raggi UVB aiuteranno il tuo geco ad assorbirli.

Le lampadine UVB emettono raggi invisibili quando sono accese, ma devono essere posizionate a una distanza adeguata dal tuo geco leopardo e senza che nulla le blocchi. Le luci UVB dovrebbero essere posizionate a circa 18 pollici da dove si trova il tuo geco leopardo ed essere accese da due a 12 ore al giorno. Assicurati che non ci siano vetro o plastica tra la luce e il tuo geco in quanto ciò bloccherà i raggi benefici. Anche uno schermo a rete può bloccare una parte dei raggi UVB, quindi idealmente non c’è nulla tra la luce e il tuo animale domestico, anche se questo non è sempre possibile. È anche importante non posizionare la luce troppo vicino al tuo geco o lasciarla accesa troppo a lungo. Possono verificarsi problemi agli occhi e alla pelle, specialmente nei morph di colore più chiaro, se vengono ricevuti troppi UVB. Infine, le lampadine UVB dovrebbero essere sostituite circa ogni 12 mesi per garantire che i raggi invisibili non si siano esauriti.

Leggi di più  Gargoyle Gecko: Species Profile
Leggi di più  Come costruire un habitat favorevole per il tuo geco leopardo

Qual è la differenza tra UVA e UVB?

UVA e UVB sono due diverse lunghezze d’onda della luce che sono invisibili all’uomo e si trovano nei raggi del sole. Gli UVA aiutano a regolare vari comportamenti come l’alimentazione e l’accoppiamento, mentre gli UVB aiutano i rettili a sintetizzare la vitamina D3, che a sua volta aiuta il corpo ad assorbire il calcio.

Segni che un geco leopardo ha bisogno di UVB

I gechi leopardini che hanno una malattia metabolica ossea (MBD) trarranno beneficio dall’esposizione ai raggi UVB. Ossa rotte, malformazioni della mascella, letargia, diminuzione dell’appetito o gambe piegate possono essere viste in un geco con MBD. Questi segni indicano che il tuo geco leopardo potrebbe beneficiare di un po’ di UVB nella sua vita.

Fonti degli articoli Point Pet utilizza solo fonti di alta qualità, inclusi studi sottoposti a revisione paritaria, per supportare i fatti all’interno dei nostri articoli. Leggi il nostro processo editoriale per saperne di più su come controlliamo i fatti e manteniamo i nostri contenuti accurati, affidabili e affidabili.

  1. Oonincx DGAB, Diehl JJE, Kik M, et al. Il geco leopardo notturno (Eublepharis macularius) utilizza le radiazioni UVb per la sintesi della vitamina D3. Biochimica e Fisiologia Comparate Parte B: Biochimica e Biologia Molecolare. 2020;250:110506.

Stefanie Binder
Amante della natura, ambientalista, veterinario.
RELATED ARTICLES