L’idrocefalo nei cani è una malattia che colpisce il cervello. È più comune nelle razze piccole e brachicefaliche, ma può verificarsi in qualsiasi cane. La gravità del problema varia da cane a cane, ma è una condizione pericolosa per la vita che richiede un’attenzione veterinaria aggressiva.

Cos’è l’idrocefalo?

L’idrocefalo si verifica quando il liquido cerebrospinale (CSF) si accumula dentro e intorno al cervello di un cane. Viene spesso definita “acqua nel cervello” poiché questo è il significato della parola idrocefalo. Normalmente, il CSF scorre intorno al cervello e nel midollo spinale e viene assorbito dal corpo. Ma nei cani con idrocefalo, o viene prodotto troppo di questo fluido o non è in grado di essere assorbito correttamente nel corpo. Poiché c’è troppo fluido e non c’è abbastanza spazio per immagazzinarlo, cola nel cranio che esercita una pressione sul cervello.

Questa pressione provoca i vari sintomi che i proprietari di animali domestici possono vedere nei cani con idrocefalo. Nei cani, l’idrocefalo è classificato come congenito (primario) o acquisito (secondario) e richiede cure veterinarie urgenti.

Sintomi dell’idrocefalo nei cani

Segni

  • Testa gonfia
  • Convulsioni
  • Letargia
  • Cambiamenti comportamentali
  • Lento da imparare
  • Problemi agli occhi

Poiché i cani con idrocefalo stanno vivendo un eccesso di liquido cerebrospinale nella loro testa, non è anormale che abbiano gonfiore alla testa. La fronte o l’intero cranio possono apparire più grandi del solito a causa del fluido che spinge su di esso, soprattutto se il cane è un cucciolo giovane.

Una forma a bolla o cupola è spesso usata per descrivere la testa di un cane con idrocefalo. I giovani cuccioli con idrocefalo possono avere crani più morbidi che possono espandersi per accogliere il fluido ma, una volta che il cranio si indurisce, il cervello viene messo sotto pressione. Questa pressione provoca quindi gli altri sintomi della malattia.

Leggi di più  Il mio cane può mangiare patate dolci?

A causa dell’aumentata pressione sul cervello, possono occasionalmente essere osservate convulsioni nei cani con idrocefalo, ma non sono così comuni come si pensava una volta1. La letargia, così come i comportamenti anormali come la pressione della testa e modelli di deambulazione irregolari, sono invece più frequenti.

I cuccioli con l’idrocefalo possono anche essere particolarmente lenti nell’apprendimento delle cose. Infine, la cecità, il posizionamento anormale degli occhi e altri problemi oculari sono talvolta presenti nei cani con idrocefalo.

Cause di idrocefalo nei cani

L’idrocefalo è causato da un’ostruzione o da un ridotto assorbimento del normale flusso del liquido cerebrospinale. Nei cani con idrocefalo congenito, il problema è qualcosa con cui nasce il cucciolo. Non è sempre noto cosa causi esattamente questa anomalia nei cuccioli durante lo sviluppo. Nei cani con idrocefalo acquisito, l’ostruzione o il ridotto assorbimento è il risultato di un’altra malattia del cervello come un tumore al cervello.

Diagnosi di idrocefalo nei cani

Se sospetti che il tuo cane abbia l’idrocefalo, dovrebbe essere eseguito un esame fisico completo da parte di un veterinario. I sintomi fisici e neurologici possono indurre il veterinario a raccomandare test diagnostici.

Se il tuo cane ha un’apertura anormale nel cranio chiamata fontanella, è possibile eseguire un’ecografia, altrimenti, in genere si consiglia una TC o una risonanza magnetica. Possono anche essere ottenuti altri test tra cui un EEG e un’analisi del liquido cerebrospinale.

Trattamento

Il trattamento dell’idrocefalo varia a seconda della gravità della malattia. I sintomi neurologici, come le convulsioni, dovranno essere gestiti, ma anche la quantità di liquido cerebrospinale deve essere affrontata. Un farmaco chiamato omeprazolo è comunemente usato per diminuire il liquido cerebrospinale, ma possono essere usati anche steroidi. Potrebbe anche essere necessario un intervento chirurgico per posizionare uno shunt per aiutare a drenare il liquido cerebrospinale extra dal cervello se i farmaci da soli non forniscono sollievo a lungo termine. Questo intervento chirurgico non viene eseguito comunemente poiché è costoso e non molti veterinari lo eseguono.

Leggi di più  Cancro al seno nei cani

Se le opzioni di trattamento non aiutano un cane con idrocefalo o se la chirurgia non è un’opzione, l’eutanasia viene spesso scelta quando la malattia non può più essere gestita.

Come prevenire l’idrocefalo nei cani

L’idrocefalo non è una malattia contagiosa quindi è difficile prevenirla. La cosa migliore che puoi fare per impedire a un cane di sviluppare questa malattia o nascere con essa è praticare l’allevamento selettivo e acquistare cuccioli da allevatori rispettabili. I cani con idrocefalo o quelli che hanno una storia familiare di idrocefalo non dovrebbero mai essere usati per scopi di riproduzione.

Razze a rischio

Mentre qualsiasi razza di cane è in grado di sviluppare l’idrocefalo, alcune razze sono più inclini a questa malattia. Le razze giocattolo e le razze brachicefaliche sono particolarmente a rischio e includono:

  • Chihuahua
  • Cavalier King Charles Spaniel
  • Boston Terrier
  • maltese
  • Pomerania
  • Yorkshire Terrier
  • Bulldog inglesi
  • Carlini
  • Barboncino nano
  • Lhasa Apsos
  • Pechinese

Fonti degli articoli Point Pet utilizza solo fonti di alta qualità, inclusi studi peer-reviewed, per supportare i fatti contenuti nei nostri articoli. Leggi il nostro processo editoriale per saperne di più su come verifichiamo i fatti e manteniamo il nostro contenuto accurato, affidabile e degno di fiducia.

  1. Farke D, Kolecka M, Czerwik A, Wrzosek M, Schaub S, Kramer M, Failing K, Schmidt MJ. Prevalenza di convulsioni in cani e gatti con idrocefalo interno idiopatico e prevalenza di convulsioni dopo l’impianto di uno shunt ventricolo-peritoneale J Vet Intern Med. 2020 settembre; 34 (5): 1986-1992. doi: 10.1111 / jvim.15890. Epub 2020 12 settembre. PMID: 32918850; PMCID: PMC7517859.

Articolo precedenteKorat: profilo di razza di gatto
Articolo successivoCome trattare la meningite nei gatti