Mielopatia degenerativa nei cani

In questo articolo

  • Che cos’è la mielopatia degenerativa?
  • I sintomi
  • Cause
  • Diagnosi
  • Trattamento
  • Prognosi
  • Prevenzione
  • DOMANDE FREQUENTI

La mielopatia degenerativa colpisce i cani in modo grave, ma inizialmente può essere confusa con altre condizioni o processi patologici.1 Comprendendo meglio questo problema genetico, il proprietario di un cane che vede i segni della mielopatia degenerativa, come la debolezza degli arti, può essere meglio preparato su come gestire questa condizione per fornire la migliore qualità di vita possibile al suo animale.

Che cos’è la mielopatia degenerativa?

La mielopatia degenerativa (nota anche come DM) è una malattia che colpisce la materia bianca del midollo spinale, causandone la rottura, o degenerazione, con conseguente debolezza degli arti posteriori, che alla fine progredisce fino alla paralisi2. Con il tempo, possono essere colpiti anche gli arti anteriori. È simile ad alcune forme di sclerosi laterale amiotrofica (SLA) umana, più comunemente nota come malattia di Lou Gehrig. Questa malattia è ovviamente devastante per il proprietario di un cane, in quanto alla fine provoca la perdita della funzione che è così necessaria per molte delle normali attività del cane.

Sintomi della mielopatia degenerativa nel cane

I primi segnali della mielopatia degenerativa nel cane sono impercettibili. Di solito si manifestano nei cani di età superiore agli otto anni.3 Man mano che i sintomi della mielopatia degenerativa progrediscono, diventano più evidenti per il proprietario, ma inizialmente potrebbero non essere così evidenti. I segni e i sintomi progressivi della DM possono includere:

Sintomi

  • Oscillazione dell’estremità posteriore quando è in piedi
  • Cade facilmente se spinto
  • Oscillazione
  • Strofinamento delle zampe quando cerca di camminare
  • Le zampe raschiano il terreno quando cammina
  • Unghie dei piedi consumate in modo anomalo
  • Difficoltà a camminare
  • Difficoltà ad alzarsi da una posizione seduta o sdraiata
  • Caduta quando cammina o sta in piedi
  • Incapacità di camminare
  • Paralisi degli arti posteriori1
Leggi di più  Ustioni alle zampe del cane

Oscillazioni e dondolamenti

Inizialmente, un cane affetto da DM può vacillare o ondeggiare un po’ nei quarti posteriori quando è fermo. Inoltre, il cane cade facilmente se viene leggermente spinto. Ma il cane non prova dolore.

Raschiamento delle zampe e inginocchiamento delle zampe

Con il progredire della malattia, i sintomi peggiorano e gli arti posteriori si indeboliscono. Questo può causare lo sfregamento delle zampe sul terreno quando il cane cerca di sollevarle per camminare, con conseguente perdita di pelo e aumento dell’irritazione della pelle. Può verificarsi l’inginocchiamento delle zampe, a partire dalle zampe posteriori. Il cane inizierà a girare le nocche verso il basso e cercherà di camminare su di esse.

Unghie dei piedi consumate

Gli artigli (unghie dei piedi) eccessivamente consumati e/o le ferite ai piedi possono essere il risultato dell’incapacità del cane di camminare correttamente.

Difficoltà a camminare e ad alzarsi

Il cane può avere difficoltà ad alzarsi da una posizione seduta o sdraiata. Quando il cane si alza, fa molta fatica a camminare. In questa fase può anche avere difficoltà a salire i gradini e ad accovacciarsi per defecare.

Caduta

Con il progredire della malattia, il cane può facilmente piegarsi sulle ginocchia e cadere se perde l’equilibrio, anche senza una leggera spinta.

Incapacità di camminare e paralisi

Alla fine, il cane affetto da DM cadrà quando cercherà di camminare e potrà sviluppare una paralisi completa degli arti posteriori1. La malattia finirà per colpire anche gli arti anteriori.

Quali sono le cause della mielopatia degenerativa nei cani?

La causa della mielopatia degenerativa nei cani è una mutazione in un gene chiamato superossido dismutasi 1 (SOD1). Il fattore di rischio è stato identificato nel 2009.2

Come i veterinari diagnosticano la mielopatia degenerativa nei cani?

I sintomi iniziali della mielopatia degenerativa possono assomigliare a quelli di altre malattie, quindi è necessario un esame fisico completo e spesso alcuni test diagnostici per escludere altre cause di debolezza degli arti posteriori. Il veterinario prenderà anche un’anamnesi completa, oltre a considerare la razza e l’età del cane. Possono essere eseguiti esami diagnostici come radiografie, TAC e risonanza magnetica e analisi del liquido cerebrospinale (CSF), oltre a una biopsia del midollo spinale4 . Tuttavia, questo non viene eseguito comunemente e la diagnosi di DM viene fatta in genere dopo aver escluso altre potenziali malattie.

Leggi di più  Sarcomi del sito di iniezione e fibrosarcomi nei gatti

È disponibile un test del DNA per verificare la presenza della mutazione del gene SOD-1, spesso raccomandato per le razze a rischio. Questo test è offerto da diversi laboratori.

Le razze a rischio includono:1

  • Cani Eschimesi Americani
  • Cani da montagna bernesi
  • Borzoi
  • Boxer
  • Cardigan Welsh Corgis
  • Recuperatori della Baia di Chesapeake
  • Cani da pastore tedesco
  • Recuperatori d’oro
  • Grandi Pirenei
  • Kerry Blue Terrier
  • Pembroke Welsh Corgis
  • Barboncini
  • Carlino
  • Rhodesian Ridgeback
  • Shetland Sheepdog
  • Terrier Wheaten a pelo corto
  • Terrier Wire Fox

Come trattare la mielopatia degenerativa

Non esiste una cura per la mielopatia degenerativa nei cani4. Trattare i sintomi man mano che progrediscono può aiutare a mantenere una buona qualità di vita nel cane a cui è stata diagnosticata questa malattia. L’esercizio fisico, le passeggiate, il nuoto e la terapia fisica sono fondamentali per prolungare la qualità di vita di un cane con DM. Imbracature speciali per aiutare il cane a camminare, prevenire i danni alle zampe, aumentare la trazione portando il cane a spasso sull’erba anziché sul cemento e posizionare tappeti sui pavimenti scivolosi possono aiutare a ritardare la necessità di eutanasia.

Prognosi per i cani con mielopatia degenerativa

I sintomi di un cane con mielopatia degenerativa peggioreranno rapidamente dopo la diagnosi. Il midollo spinale continuerà a degenerare, il cane avrà difficoltà ad alzarsi da sdraiato e la mobilità diventerà più difficile con il passare del tempo. Alla fine, un cane con DM diventerà incontinente. La fase finale della DM è la paralisi.

Come prevenire la mielopatia degenerativa

L’unico modo per prevenire la mielopatia degenerativa nei cani è quello di allevare in modo selettivo. Prima di acquistare un cane a rischio, chieda all’allevatore di mostrarle i risultati del test di mutazione del gene SOD-1 sui genitori, dimostrando che entrambi sono portatori di due copie del gene normale.

Leggi di più  Cause e trattamento della cataratta giovanile nel cane

FAQ Atassia nei cani

  • Quando si deve sopprimere un cane con mielopatia degenerativa?

    Quando il suo cane è in fase avanzata di mielopatia degenerativa, cosa di cui il veterinario la terrà al corrente, ci sarà un momento in cui il cane soffrirà così tanto da dover prendere questa decisione.

  • Come posso prendermi cura di un cane con mielopatia degenerativa?

    Potrebbe essere necessario acquistare al cane delle scarpe speciali, per aiutarlo a camminare meglio. Un’imbracatura può essere utile per il supporto posteriore. È stato dimostrato che la terapia fisica per il suo cane allunga notevolmente la sua vita. Cambiare la lettiera, passando da un letto con le sponde a un letto piatto, può facilitare il suo sforzo per alzarsi dal letto. Il suo cane potrebbe aver bisogno di pannolini, quindi lo tenga presente per evitare pasticci che saranno stressanti per entrambi.

  • Quanto tempo possono vivere i cani affetti da mielopatia degenerativa?

    Una volta che al suo cane è stata diagnosticata una mielopatia degenerativa, gli restano solo da sei mesi a tre anni di vita.

  • Quanto velocemente progredisce la mielopatia degenerativa?

    Purtroppo, questa malattia progredisce molto rapidamente. I cani diventano generalmente paraplegici entro un anno dalla diagnosi.

- Advertisement -