Conosciuto anche come linfosarcoma, il linfoma è un tumore maligno dei linfociti, cellule che possono essere trovate in quasi tutti gli organi del corpo. Parte del sistema linfoide, i linfociti svolgono una parte importante del sistema immunitario. Non sorprende che il linfoma sia anche la forma più comune di cancro trovata nei gatti. Secondo Arnold Plotnick MS, DVM, ACVIM, ABVP, rappresenta il 33% di tutti i tumori felini.

Sistemi corporei mirati al linfoma felino

Poiché i linfociti si trovano quasi ovunque nel corpo, un certo numero di importanti sistemi corporei sono soggetti a linfoma felino.

  • Timo
    La forma di linfoma che colpisce la ghiandola del timo è chiamata linfoma “mediastinico”. Il timo La ghiandola si trova sotto la parte superiore dello sterno e sopra i polmoni e il cuore. Produce un tipo di globuli bianchi chiamati linfociti t. I tumori della ghiandola del timo possono crescere molto, causando difficoltà respiratorie e tosse. Se cresce abbastanza grande da premere sull’esofago, può causare difficoltà a deglutire. I tumori della ghiandola del timo sono più comuni nei giovani gatti – di solito due o più anni. I gatti siamesi e orientali sono più spesso affetti da linfoma mediastinico. Una volta i giovani gatti con diagnosi di FeLV avevano maggiori probabilità di contrarre il linfoma mediastinico. Tuttavia, negli ultimi anni, questo non sembra essere necessariamente causa-effetto, a causa di test diffusi e vaccinazione per FeLV.
  • Tratto gastrointestinale
    Il tratto gastrointestinale comprende lo stomaco, l’intestino tenue e l’intestino crasso. Ovviamente, questa è una parte molto grande e importante del corpo, responsabile della digestione del cibo che i gatti hanno bisogno di sopravvivere e di elaborare i rifiuti. Il linfoma gastrointestinale si rivolge a gatti anziani, di età compresa tra sette e dieci anni.Segni di linfoma gastrointestinale
    I sintomi del linfoma gastrointestinale sono diminuzione dell’appetito con conseguente perdita di peso, vomito e diarrea. Alcuni di questi sintomi sono comuni anche in altre malattie feline, tra cui lipidosi epatica, insufficienza renale cronica e ipertiroidismo. L’unico modo definitivo di diagnosi è attraverso la biopsia, che viene eseguita con anestesia generale. Una biopsia può essere eseguita attraverso l’endoscopia o chirurgicamente. Quest’ultimo è meno invasivo, tuttavia poteva perdere i piccoli tumori che la chirurgia avrebbe localizzato. Una volta effettuata la diagnosi, i tumori sono classificati in basso grado (a piccole cellule) o di alto grado (a cellule grandi).
  • Linfoma multicentrico
    Linfoma multicentrico può essere trovato ovunque i linfonodi si trovano, tra cui sotto la mascella, nella zona inguinale, sotto la parte superiore della gamba anteriore. Poiché questi linfonodi sono vicini alla superficie, i rilievi possono essere facilmente visibili. Alcuni gatti possono avere più tumori, da cui la designazione “Multicentrica”. È meno comune rispetto alle altre forme di linfoma già descritte e, secondo FABCats, si trova più spesso nei gatti più giovani, ed eventualmente associato a FeLV.
  • Linfoma extranodale / vario
    Il linfoma extranodale è una frase che comprende tutti quei sistemi corporei non inclusi nei suddetti tipi di linfoma. Possono includere uno o più dei seguenti sistemi, tra cui la cavità nasale (la più comune), la pelle, i reni o il sistema nervoso centrale. La prognosi per il linfoma della cavità nasale può essere buona, ma alcuni hanno notato un’associazione tra linfoma nasale e renale in alcuni gatti.

“Fumo passivo” e linfoma felino

Uno studio è stato pubblicato nel 2002 dall’americano Journal of Epidemiology. Intitolato “Fumo di tabacco ambientale e rischio di linfoma maligno nei gatti domestici”, è stato creato da Elizabeth R. Bertone, Laura A. Snyder e Antony S. Moore. Nello studio, il linfoma maligno felino è stato confrontato con il linfoma non Hodgkin negli esseri umani.

Secondo l’abstract, “gli autori hanno condotto uno studio caso-controllo di questa relazione in 80 gatti con linfoma maligno e 114 controlli con malattia renale diagnosticati in un grande ospedale universitario veterinario del Massachusetts tra il 1993 e il 2000. I proprietari di tutti i soggetti sono stati inviati un questionario chiedendo informazioni sul livello di fumo nella famiglia 2 anni prima della diagnosi. ” La conclusione è stata che “Questi risultati suggeriscono che il fumo passivo può aumentare il rischio di linfoma maligno nei gatti e che è necessario un ulteriore studio di questa relazione nell’uomo”.

La mia conclusione si è formata alcuni anni fa: se si hanno gatti in casa e si fuma, si limita a fumare solo all’aperto. Ciò si applicherebbe anche alle sostanze fumanti diverse dal tabacco, compresa la marijuana. Oltre al linfoma, il fumo intorno ai gatti potrebbe contribuire alla malattia respiratoria felina, inclusi asma e bronchite.

Come viene diagnosticato e trattato il linfoma felino ?:

Eventuali sintomi insoliti o combinazioni di sintomi dovrebbero servire come avvertenze sulla bandiera rossa che richiedono un appuntamento veterinario urgente. Ecco perché è fondamentale conoscere le normali condizioni fisiche del tuo gatto in modo che tu possa individuare immediatamente le variazioni importanti e sapere che è ora di chiamare il veterinario.

Test diagnostici per linfoma Il veterinario fornirà al tuo gatto un fisico completo e, in base ai risultati, oltre alla descrizione dei sintomi del gatto, ordinerà uno o più dei seguenti test diagnostici:

  • Complete Blood Count (CBC)
  • Pannello di biochimica del siero
  • Analisi delle urine
  • Raggi X
  • ultrasuono
  • Endoscopia del tratto gastrointestinale

Trattamento del linfoma felino

Trattamenti simili somministrati all’uomo per il cancro, come la chemioterapia, il protocollo preferito, sono dati ai gatti. Tuttavia, nel caso della chemioterapia, viene dato ai gatti, non per ottenere una cura, ma per estendere la vita del gatto il più a lungo possibile, pur mantenendo la più alta qualità della vita possibile. È una questione di equilibrio, e spesso i dosaggi o le combinazioni di chemioterapia possono cambiare secondo necessità, per raggiungere questo obiettivo finale. Ridurre al minimo gli effetti collaterali è una parte importante di tale protocollo.

Trattamenti alternativi, a seconda del tipo e della posizione dei tumori, sono la chirurgia o la radioterapia.

La linea di fondo, come ogni grave malattia, è quella di bilanciare l’estensione della vita e la qualità della vita del tuo gatto. Osservalo attentamente, poiché i gatti spesso ti fanno sapere quando è ora di lasciar andare. Come ho detto molte volte, la decisione dovrebbe essere presa a beneficio del gatto, anche se si desidera che possa resistere un po ‘più a lungo. Ti ringrazierai, alla fine.

fonti

  • Cornell University College of Veterinary Medicine
  • Linfoma nel gatto
  • Linfoma nei gatti