Gli ictus sono qualcosa che può essere visto con regolarità allarmante nella nostra popolazione anziana. È la terza principale causa di morte tra le persone negli Stati Uniti. Mentre i cani non soffrono di ictus quasi alla stessa frequenza, sono qualcosa di cui i proprietari di cani anziani, geriatrici dovrebbero essere consapevoli .

Emergenze per cani che devi conoscere

Che cos’è un colpo?

Un ictus è una perdita del flusso sanguigno verso una o più parti del cervello. Proprio come nelle persone, questo può causare vari segni neurologici. Meccanicamente, ci sono due diversi modi in cui può verificarsi un ictus. Gli ictus ischemici sono causa quando i vasi sanguigni sono ostruiti. Ciò può essere dovuto a coaguli di sangue, cellule tumorali, gruppi piastrinici, batteri o persino parassiti. Gli ictus emorragici sono causati da emorragie cerebrali, a causa di una rottura dei vasi sanguigni o di un disturbo della coagulazione.

Se il tuo cane ha subito un ictus potresti vedere segni simili a quelli osservati nelle persone.

Segni di colpi nei cani

  • Andatura non coordinata o incapacità completa di camminare
  • Inclinare la testa
  • Movimenti oculari anomali (“nistagmo”)
  • Posizionamento oculare anomalo (“strabismo”)
  • Perdita di conoscenza
  • Cadere o elencare da una parte
  • Cecità
  • Comportamento anormale / improvviso cambiamento nel comportamento
  • Meno consapevole dell’ambiente o della confusione
  • Stimolazione o giro
  • Perdita del controllo della vescica o dell’intestino

L’inizio dei sintomi sarà rapido e può durare da pochi minuti a ore o persino giorni. La manifestazione dei sintomi e la gravità dipenderanno dalla posizione della lesione cerebrale. In altre parole, un ictus in una parte del cervello potrebbe essere caratterizzato da sintomi lievi e di breve durata mentre un ictus in un’altra parte del cervello potrebbe essere caratterizzato da sintomi gravi e di lunga durata.

Leggi di più  Osteopatia ipertrofica nei cani

Gli ictus, sebbene non una diagnosi regolare fatta dai veterinari, sono visti molto più spesso nei cani geriatrici. I cani anziani che hanno già un processo patologico che può aumentare il rischio di sanguinamento di un cane sono più a rischio di ictus rispetto ai cani anziani che non hanno tali malattie. Cose come la malattia renale, la malattia di Cushing, l’ipotiroidismo, i tumori, i disturbi emorragici e le malattie cardiache possono aumentare il rischio di ictus del cane. Non esiste una razza specifica di cane che sia notevolmente a rischio di ictus, ma ci sono razze canine che sono inclini ai processi patologici precedentemente menzionati.

Cosa fare se si sospetta che il cane abbia un ictus

Se il tuo cane inizia improvvisamente a mostrare uno dei sintomi sopra menzionati, portalo immediatamente dal veterinario. Il veterinario potrebbe voler eseguire analisi del sangue, un’analisi delle urine, eseguire radiografie, eseguire uno schermo ECG o ottenere una lettura della pressione sanguigna per verificare eventuali malattie concomitanti. Sfortunatamente, poiché un ictus per definizione si verifica nei tessuti molli del cervello, una diagnosi definitiva può essere fatta solo mediante imaging specializzato, come una risonanza magnetica o una scansione CAT. Mentre questi sono disponibili in medicina veterinaria, un proprietario di solito deve andare in un ospedale di riferimento per loro e può essere proibitivo in termini di costi. Se vengono scoperte eventuali malattie sottostanti, verranno prescritti farmaci per controllare meglio tali malattie.

Il veterinario vorrà anche escludere qualcosa chiamato malattia vestibolare idiopatica, che si presenta in modo simile ma è una malattia completamente diversa. Idiopatico si riferisce alla causa esatta della malattia sconosciuta, ma questa malattia, chiamata anche sindrome del vecchio cane, influenza il sistema vestibolare nell’orecchio interno del cane. Un cane affetto da malattia vestibolare svilupperà un’inclinazione della testa, un’andatura circolare e potrebbe non voler più mangiare il loro cibo. I sintomi sono allarmanti simili a quelli di un ictus ma la malattia vestibolare idiopatica è molto più comune nei cani anziani rispetto a un vero ictus.

Leggi di più  I cani possono mangiare le nettarine?

Cosa posso fare per il mio cane se hanno un ictus?

Il recupero dipende dal tipo di ictus, nonché dalla gravità, nonché dalla presenza o assenza di eventuali patologie sottostanti. Alcuni cani potrebbero iniziare a riprendersi in poche settimane, mentre altri si riprenderanno più lentamente. Inoltre, alcuni cani potrebbero non recuperare mai completamente. Sfortunatamente, alcuni cani possono subire un ictus che si rivela fatale.

Non esiste un trattamento specifico per gli ictus nei cani. Piuttosto, il veterinario prescriverà cure di supporto per farli sentire più a proprio agio.

Posso fare qualsiasi cosa per prevenire gli ictus nel mio cane?

Gli ictus non possono essere realmente prevenuti con qualsiasi mezzo medico. Tuttavia, poiché sono così spesso associati ad altre malattie, i controlli di routine con il veterinario, incluso il sangue, possono identificare eventuali malattie prima che possano causare sintomi clinici che potrebbero aumentare il rischio del tuo cane per un ictus. Se hai un cane di razza incline a cose come la malattia di Cushing, le malattie cardiache, le malattie renali, l’ipotiroidismo, ecc., Prendere coscienza dei segni e dei sintomi di tali malattie può anche, a sua volta, aiutarti a prevenire potenzialmente un nel futuro.