In questo articolo Espandi

  • Cause
  • Esempi
  • Diagnosi
  • Trattamento
  • Come prevenire i tumori

Torna in cima

Purtroppo i pesci non sono immuni ai tumori cancerosi. Possono sorgere come risultato di molti tessuti diversi e causare una vasta gamma di condizioni di salute. È fondamentale che tutte le potenziali crescite o tumori siano diagnosticati da un veterinario qualificato non appena vengono notati per la prima volta. L’attesa del trattamento può influire seriamente sulla prognosi del tuo animale domestico.

Cause di tumori nei pesci da compagnia

Come tutti gli altri tumori, i tumori si verificano quando la divisione cellulare va storta. Invece del meccanismo di difesa naturale della cellula che entra in azione e termina la cellula canaglia, la cellula può replicarsi. Molteplici repliche provocano la formazione di un tumore. Il tasso di crescita del tumore dipende dal tipo di cellula e dal suo accesso ai nutrienti.

I tumori possono verificarsi in tutti i tipi di tessuto, ma i pesci sono più inclini a sviluppare tumori nella pelle e negli organi riproduttivi. Esistono anche virus che possono presentarsi in modo simile ai tumori che devono essere considerati.

Esempi di tipi di tumori nei pesci da compagnia

Neurofibroma

I neurofibromi sono più comunemente associati al pesce rosso. Questi tumori della guaina nervosa causano grumi localizzati che possono diventare molto grandi, cadere e quindi ricrescere.

Sono tumori benigni e non causano al pesce alcun disagio se non una resistenza idrodinamica temporanea, che influisce sul loro flusso di nuoto. Questi tumori penetrano in profondità nei tessuti della pelle e possono avere un’ampia vascolarizzazione, influenzando il flusso sanguigno. Il trattamento non è raccomandato a causa del successo limitato.

Leggi di più  Profilo di specie di pesci a coda di spada

Dottoressa Jessie Sanders

Cromatophoroma

Questi tumori delle cellule del pigmento sono presenti nelle specie di koi, pesci farfalla1 e Corydora pesce gatto. Possono derivare da qualsiasi tipo di cellula pigmentaria, ciascuna con il proprio nome univoco. Ad esempio, i melanoforomi derivano da cellule contenenti melanina e gli iridoforomi derivano da cellule pigmentate cristallizzate o scintillanti.

Nelle koi, i cromatoforomi si verificano spesso sulla superficie dorsale della congiuntiva. Questi sono più comuni negli stagni esposti a molta luce solare. I casi lievi sono stati trattati con successo con la crioterapia o l’applicazione di azoto liquido.

Dottoressa Jessie Sanders

Sarcoma gonadico

Questo è un tipo comune di tumore riproduttivo, soprattutto nelle koi, dove viene spesso scambiato per “legatura delle uova”. È più comune nelle femmine di koi più anziane e può essere molto difficile da vedere esternamente.

Di solito è solo dopo che il tumore è sufficientemente grande che il proprietario nota un cambiamento nell’aspetto del pesce. Se catturato abbastanza presto, usando gli ultrasuoni, un pesce può subire un intervento chirurgico per rimuovere il tumore. In caso contrario, il tumore finirà per schiacciare il pesce dall’interno verso l’esterno.

Immagine ecografica del sarcoma gonadico in una koi. Dottoressa Jessie Sanders

Processi diagnostici

A seconda della posizione del tumore, il veterinario può utilizzare più tecniche diagnostiche. Per i tumori esterni, viene utilizzata una semplice biopsia o un campione citologico, raccogliendo alcune cellule del tumore. Questi campioni verranno elaborati e inviati a un laboratorio specializzato per ulteriori analisi. A volte, una biopsia di grandi dimensioni o un’escissione chirurgica viene utilizzata sia come diagnosi che come trattamento.

Per sospetti tumori interni, il veterinario può utilizzare ultrasuoni o radiografie per controllare le strutture interne del pesce. Le radiografie sono le migliori per osservare le ossa e la struttura della vescica natatoria, ma se usate con il contrasto, come il bario orale o aborale, è possibile visualizzare l’intero GI. Gli ultrasuoni vengono utilizzati per osservare la struttura dei componenti dei tessuti molli, come gli organi interni.

Leggi di più  Malattia del cotone idrofilo nei pesci d'acqua dolce

Entrambe le radiografie, l’ecografia e la biopsia / citologia possono essere utilizzate per determinare gli effetti del tumore sul sostentamento dei pesci.

Trattamento

A seconda del tipo di tumore, ci sono una varietà di opzioni di trattamento. Le terapie antitumorali tradizionali, come la chemioterapia e la radioterapia2, non sono state utilizzate molto a causa dell’accesso limitato e dei costi per il proprietario.

I tumori esterni sono spesso trattati con escissione chirurgica con trattamento topico secondario, come la crioterapia. Con questo trattamento, il tuo veterinario anestetizzerà il tuo pesce, applicherà un anestetico locale, taglierà chirurgicamente la massa e applicherà azoto liquido sul punto per scoraggiare l’ulteriore crescita cellulare.

I tumori interni richiederanno un intervento chirurgico.3 Sì, i pesci possono essere sottoposti a intervento chirurgico, proprio come gli altri animali. Sebbene la procedura sia leggermente modificata, molti pesci sono stati sottoposti con successo a un trattamento chirurgico per vari tipi di tumori interni

Come prevenire i tumori nei pesci da compagnia

Esiste una sospetta predisposizione genetica a determinati tipi di cancro. I pesci allevati per determinate apparenze esterne, come koi con pance larghe e pesci rossi di palude con occhi grandi, possono essere inconsapevolmente selezionati per potenziali tumori.

Al momento, non sappiamo abbastanza sui tumori nei pesci da compagnia per fornire ai proprietari un elenco specifico di strategie di prevenzione. La migliore raccomandazione è valutare tutti i tuoi pesci ogni giorno e, se uno inizia a sembrare o ad agire in modo strano, contatta il tuo veterinario acquatico il prima possibile per garantire ai tuoi pesci una vita lunga e sana.

Come mantenere sani i pesci d’acquario: i 10 migliori consigli