Salute e benessere del caneMalattie e disturbi del caneCause e trattamento della cataratta giovanile nel cane

Cause e trattamento della cataratta giovanile nel cane

Proprio come gli esseri umani, i cani possono ammalarsi di cataratta. In effetti, i cani soffrono di cataratta più comunemente di qualsiasi altra specie. Anche se la maggior parte dei casi si riscontra nei cani di età superiore ai cinque anni, la cataratta può svilupparsi a qualsiasi età. Alcuni cani nascono con la cataratta o la sviluppano da cuccioli.

Cosa sono le cataratte giovanili nei cani?

La cataratta è un’opacità del cristallino nell’occhio di un cane o di un cucciolo. Il cristallino si trova direttamente dietro la pupilla e normalmente è trasparente. La cataratta interferisce con la visione normale, impedendo alla luce adeguata di raggiungere la retina.

L’opacità della lente può variare da una piccola macchia bianca a una struttura totalmente opaca che interessa l’intera lente. Se il cristallino viene completamente mascherato, il risultato è la cecità. A seconda del grado di opacità, si può notare una nuvolosità nello spazio pupillare, che assomiglia a una biglia bianca all’interno dell’occhio.

La cataratta viene spesso classificata in base all’età del cane quando si sviluppa. Le cataratte congenite sono presenti alla nascita, le cataratte giovanili si sviluppano durante la pubertà e le cataratte senili si verificano nei cani anziani. Anche il grado di annebbiamento del cristallino influisce sulla classificazione della cataratta.

Perché alcuni cuccioli hanno la cataratta?

Diverse cose possono provocare alterazioni del cristallino che si trasformano in cataratta. Una lesione e l’infiammazione che ne deriva possono causare una cataratta. Quando ciò accade, di solito colpisce solo un occhio.

La cataratta dovuta a una cattiva alimentazione è possibile, ma è rara grazie ai moderni progressi della dieta canina. In alcuni casi, la cataratta è idiopatica, il che significa che la causa non può essere identificata.

Leggi di più  Macchie di lacrime nei cani

I cani spesso soffrono di cataratta senile, o “vecchiaia”. Molti cani di età superiore agli otto anni sviluppano un certo grado di annebbiamento del cristallino dell’occhio. La cataratta nei cani può anche derivare dal diabete mellito, quando la proteina del cristallino viene danneggiata dai cambiamenti metabolici.

I cuccioli nati con cataratta congenita possono migliorare con la maturità. Questo perché il cristallino all’interno dell’occhio del cucciolo cresce insieme al cane. Quando l’area di annebbiamento del cristallino rimane della stessa dimensione, quando il cucciolo diventa adulto, la parte del cristallino interessata è relativamente piccola. In età adulta, molti cani nati con la cataratta sono in grado di compensare e di vedere “intorno” alla nebulosità.

La maggior parte delle cataratte canine sono ereditarie, soprattutto in alcune razze. I barboncini, i Cocker Spaniel, i Boston Terrier, i cani da orso della Carelia, i Fox Terrier a pelo corto, i Siberian Husky, i Golden Retriever, gli Old English Sheepdog e i Labrador Retriever sono i più colpiti.

Trattamento della cataratta giovanile nei cani

Il trattamento può non essere necessario fino a quando non si perde un alto grado di visione e la cataratta diventa problematica per il cucciolo. Una cataratta può interessare solo una parte del cristallino e, di conseguenza, alcuni cani non mostrano alcun segno. La cataratta che copre l’intero cristallino può ancora consentire una certa visione, per cui il cucciolo può “vedere” intorno alla parte annebbiata.

I cani sono esperti nell’adattarsi e nell’affidarsi maggiormente all’olfatto e all’udito per compensare i problemi alla vista. Spesso, anche i cani ciechi continuano a comportarsi bene nell’ambiente familiare, affidandosi agli altri sensi acuti.

Non esiste un trattamento medico specifico per la cataratta. Se è possibile identificare una causa sottostante, questa viene trattata quando possibile. Per esempio, i veterinari possono lavorare per correggere le carenze nutrizionali che hanno causato la cataratta o trattare l’infiammazione derivante da una ferita all’occhio.

Leggi di più  Bronchite nei cani

L’unico trattamento efficace conosciuto per la cataratta è la chirurgia.

Chirurgia della cataratta per i cani

Quando un cucciolo ha problemi di navigazione a causa della perdita della vista, la vista può essere riportata quasi alla normalità con un intervento chirurgico. Tuttavia, questa procedura non è indicata quando la cataratta è causata da un’infiammazione.

Le stesse tecniche chirurgiche utilizzate sulle persone per la cataratta sono applicate agli animali domestici. La maggior parte dei veterinari oftalmologi che lavorano in uno studio privato o in un’università possono eseguire l’intervento, che viene eseguito in anestesia generale.

Il cristallino stesso è contenuto in una specie di capsula, come un guscio d’uovo. Di solito, l’intervento chirurgico rimuove la parte anteriore del guscio e il contenuto all’interno, lasciando intatta la metà posteriore della capsula/guscio. In alcuni casi, l’intera lente viene rimossa e una nuova lente viene trapiantata per sostituire quella danneggiata. I cani che si sottopongono all’intervento chirurgico in genere se la cavano abbastanza bene.

- Advertisement -