G-KC4KM98SK4
Pesci e acquari d'acqua dolceSalute dei pesci d'acqua dolcePosso tenere i miei pesci Koi all'interno?

Posso tenere i miei pesci Koi all’interno?

Tutti i pesci possono iniziare in piccolo, ma alcuni non rimangono tali. La maggior parte dei pesci koi ha il potenziale per crescere oltre un metro di lunghezza, molti oltre 2 metri e alcuni oltre 3 metri di lunghezza. A meno che non disponga di un gigantesco nonno di tutte le vasche o non abbia bisogno di ospitare temporaneamente le sue koi all’interno per l’inverno, tenga le koi fuori da quel piccolo acquario. Un laghetto all’aperto è più adatto per ospitare le koi a lungo termine.

Requisiti minimi per un sistema Koi interno

Se non ha altra scelta che tenere le sue koi all’interno, dovrà attrezzare il suo sistema per gestire le loro dimensioni e la produzione di rifiuti. Se sta pensando: “Beh, non gli darò molto da mangiare, così non cresceranno”, farebbe lo stesso con gli altri animali domestici? Se non ha lo spazio per tenere le koi, è un buon segno che non dovrebbe prendere una koi. Ci sono molte altre specie di pesci che occupano molto meno spazio e che sarebbero una scelta migliore in una situazione di spazio limitato. I pesci rossi si trovano spesso in colori e modelli che assomigliano alle koi, ma nella maggior parte dei casi misurano solo 10-12 pollici quando sono cresciuti. Per questo motivo, sono più adatti delle koi per gli acquari interni.

Vasca da 500 litri

Una vasca da 500 litri è il minimo indispensabile per due o tre koi. In un tipico laghetto per koi, si dovrebbe prevedere di tenere una koi ogni 250 litri d’acqua. Le femmine di koi grandi e attive dal punto di vista riproduttivo avranno bisogno di 500 litri ciascuna per mantenere la loro massa di uova. Questi calcoli più prudenti sono molto utili ai proprietari di laghetti, in quanto garantiscono una migliore qualità dell’acqua e una manutenzione più semplice. I laghetti troppo pieni possono avere gravi problemi di cattiva chimica dell’acqua e possono provocare stress nei pesci che non hanno spazio per distribuirsi.

Leggi di più  Avvelenamento da nitrito nei pesci d'acquario

Indipendentemente dalle dimensioni del laghetto o dell’acquario, dovrà avere almeno tre koi. Le koi sono pesci comuni e non stanno bene da sole. Alcune vanno bene in gruppi di due, ma una scuola di tre koi è il minimo consigliato.

Se sta progettando un acquario interno di grandi dimensioni, si assicuri che abbia spazio sufficiente per permettere alle sue koi di girarsi facilmente. Un acquario grande e sottile, come quello incassato in una parete, non è adatto alle koi, indipendentemente dal numero di litri che contiene. Sbattere ripetutamente contro le pareti della vasca o avere uno spazio ristretto per girarsi, provocherà dorsi storti e pinne danneggiate.

Filtrazione adeguata

Le Koi, come altre specie di carpe, producono molti rifiuti. Mangiare abbondantemente e costantemente è parte del modo in cui riescono a crescere così tanto e a mantenere una dimensione corporea massiccia. Quando escono molti rifiuti, è meglio che il filtraggio sia in grado di tenere il passo. Ancora una volta, non faccia morire di fame le sue koi per comodità. Prima di decidere di tenere delle koi, si assicuri di essere in grado di gestire la manutenzione.

Se sta avviando un nuovo acquario, faccia attenzione alla sindrome della nuova vasca o del nuovo laghetto. In questa sindrome, la filtrazione biologica non è ancora stata stabilita, quindi nell’acqua si verificheranno picchi dannosi di ammoniaca e nitrito prima che il ciclo si trasformi completamente in nitrato più sicuro. Possono essere necessarie 4-6 settimane perché si verifichi questo processo e l’ammoniaca e i nitriti elevati possono essere molto pericolosi per i pesci. Se sverna le sue koi in casa, si assicuri di portare con sé un po’ del loro materiale filtrante da aggiungere al nuovo filtro, per evitare questo problema. I batteri benefici presenti nel vecchio materiale filtrante cresceranno nel nuovo filtro più velocemente rispetto a quando si parte da zero senza batteri nel biofiltro.

Leggi di più  Perché il suo pesce boccheggia?

Rete in cima

Con uno spazio limitato e un ambiente interno estraneo, le koi sono più inclini a saltare fuori dal laghetto. Sebbene la necessità di un deterrente per i predatori in casa sia minima, a meno che non abbia un gatto curioso, dovrebbe mettere una rete sulla parte superiore del suo laghetto interno, almeno per i primi mesi. Una volta che i suoi pesci si sono ambientati nel nuovo ambiente, può spostare lentamente la rete in sezioni. Controlli i suoi pesci per assicurarsi che non tentino di saltare fuori dal recinto interno più piccolo.

Requisiti di temperatura

Le Koi sono pesci temperati, quindi non hanno bisogno di un teatro. Se porta le sue koi in casa per l’inverno, per evitare che si congelino all’esterno, deve mantenere la temperatura dell’acqua ad almeno 39 gradi Fahrenheit / 4 gradi Celsius. A temperature di 39-45 gradi Fahrenheit /4-7 gradi Celsius, le sue koi non nuoteranno molto e non avranno fame, e questo è prevedibile. Quando le temperature primaverili riscaldano il laghetto principale, cerchi di aspettare a riportarle all’esterno finché la temperatura dell’acqua del laghetto non corrisponde a quella dell’acqua interna.

Per gli acquari interni permanenti, non dovrebbe preoccuparsi troppo della temperatura. L’acqua a temperatura ambiente, intorno ai 60-70 gradi Fahrenheit / 18-24 gradi Celsius, è ottima per le koi. Si aspetti che siano piuttosto attive e preveda di dar loro da mangiare almeno una volta al giorno. In casa non ci saranno molte fluttuazioni di temperatura nel corso delle stagioni, quindi può aspettarsi un’attività riproduttiva ridotta o nulla, il che può essere vantaggioso per molte femmine di koi che preferiscono evitare la violenza dei maschi che si riproducono. La deposizione delle uova è innescata da temperature dell’acqua più fresche, che si riscaldano fino a 64 gradi Fahrenheit / 18 gradi Celsius o oltre in primavera. Le koi non possono deporre le uova se la temperatura dell’acqua è superiore a questo valore. Tuttavia, le femmine di koi che non rilasciano le uova per molti anni possono diventare “legate alle uova”, soprattutto se vengono nutrite in modo eccessivo per non riassorbire le uova alla fine della stagione riproduttiva.

Leggi di più  Qual è la temperatura dell'acqua migliore per i pesci Betta?

In generale, non è consigliabile tenere le koi in casa. Se le sverna, si tratta di una sistemazione temporanea e di un’alternativa migliore rispetto al congelamento in un blocco di ghiaccio solido. Se desidera una sistemazione permanente al chiuso, lo spazio è fondamentale. Più grandi sono, meglio è per le koi – e si ricordi che hanno bisogno di filtri d’acqua grandi.

Si assicuri che il suo laghetto o acquario al coperto abbia lo spazio per consentire alle koi adulte di girarsi facilmente e di non scontrarsi tra loro o con le pareti. Dovrà inoltre mantenere un sistema di filtraggio robusto. Tenere le koi in casa potrebbe non essere facile, quindi se preferisce non occuparsi di tutto questo, che ne dice di un bel pesce tropicale di piccole dimensioni?

- Advertisement -